Tu sei qui

L'autolettura del contatore in 3 punti

Sei stanco dei consumi stimati e delle bollette di conguaglio? Ricorda di comunicare al tuo fornitore l'autolettura così risolvi il problema, mantenendo la bolletta sempre aggiornata ai tuoi consumi reali. Scopri i 3 semplici passi per leggere il contatore e fare l'autolettura dei consumi dell'elettricità e del gas.

Vuoi che il fornitore fatturi solo quello che consumi realmente?
Chiama lo 049.736.08.38, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 20 oppure fatti richiamare gratuitamente per trovare la migliore tariffa di luce e gas sul mercato!

Perché serve l'autolettura?

Che numeri servono per l'autolettura?

Tutti i fornitori di energia elettrica e gas realizzano la lettura del contatore dei consumi attraverso le società di distribuzione che gestiscono i contatori delle utenze presenti nella tua zona.
E' sempre il distributore locale che si occupa di questo, anche se avete cambiato fornitore per scegliere un'offerta più economica nel mercato libero. Il distributore rimane sempre lo stesso ed ha il compito di comunicare la lettura dei consumi del tuo contatore al fornitore il quale successivamente emette la fattura.

  • I 3 passi per l'autolettura:
  • Leggi il contatore o fai una foto al display
    Prendi nota dei numeri del consumo (o dei consumi se il contatore è gestito a fasce, vedi "come fare l'autolettura con il contatore elettronico")
  • Comunica l'autolettura
    Trova il numero di fax, il numero verde o l'indirizzo mail per comunicare l'autolettura al tuo fornitore
  • Controlla la bolletta
    Verifica sulla bolletta successiva che la tua lettura sia stata registrata correttamente

Hai il contatore della luce elettronico?

Per quanto riguarda le forniture di energia elettrica la maggior parte dei contatori sono stati sostituiti con i moderni dispositivi elettronici. Questi apparecchi consentono la telegestione, ossia non è necessario l'intervento del tecnico a casa per la lettura, che avviene a distanza con l'invio automatico dei dati ad una centrale operativa comune. Nonostante ciò in alcuni casi la telelettura non va a buon fine oppure arriva in ritardo al fornitore che di conseguenza per poter emettere la fattura considera dei consumi presunti.

Anche nel caso in cui tu abbia il contatore della luce elettronico l'autolettura è importante.

Quando ciò accade puoi leggere nella bolletta della luce la voce "consumi stimati" che non corrispondono a quelli reali. Successivamente ti viene recapitata una bolletta di conguaglio dove viene calcolata la differenza tra i consumi stimati ed i consumi effettivamente realizzati dal cliente. A seconda del caso in cui tu abbia pagato più o meno del dovuto, ti verrà accreditata o addebitata la somma corrispondente.

Il contatore del gas è tradizionale?

La maggior parte dei contatori del gas è invece ancora di tipo meccanico senza display, la loro sostituzione con gli apparecchi elettronici è iniziata già da qualche anno e sarà graduale. In questo settore pertanto è indispensabile ancora il passaggio del tecnico per effettuare la lettura del contatore, che avviene solitamente 1 o 2 volte all'anno. Il tecnico che passa a casa è sempre un addetto del distributore che poi trasmette i dati al fornitore che si occupa della fatturazione della bolletta del gas al cliente finale.
Per i motivi sopra descritti è importante effettuare l'autolettura per evitare spiacevoli bollette di conguaglio, che a volte contengono importi molto elevati.

In cosa consiste l'autolettura?

L'autolettura è uno strumento molto utile ai consumatori per pagare i consumi reali e non quelli stimati. In assenza dei dati effettivi dei consumi dei kWh di elettricità e dei metri cubi di gas metano, il fornitore emette una bolletta utilizzando i consumi stimati. Questi consumi stimati sono calcolati sulla base dei consumi precedenti del cliente e su altri fattori indicativi dei consumi, come il numero di persone e l'utilizzo dell'utenza. Ricordiamo che l'autolettura è valida solo se è superiore al valore dell'ultima lettura effettiva realizzata dal fornitore, altrimenti c'è un'incongruenza dei valori.

Comunicare la lettura è importante per avere il proprio profilo dei consumi aggiornato.

Nella bolletta della luce e del gas nella prima o seconda pagina trovi una tabella con il riepilogo delle letture e dei consumi fatturati. Controlla regolarmente i tuoi consumi in modo tale da accorgerti se avvengono eventuali errori in fatturazione.

Come fare l'autolettura con il contatore elettronico?

Per prima cosa è indispensabile capire se il contatore elettronico della luce è monorario oppure se è gestito per fasce. Per reperire questa informazione devi leggere in bolletta, tra i dati della fornitura, la "tipologia di contatore"  che è indicata con la sigla EM se questo è monorario oppure se è gestito per fasce con sigla EF. Il contatore monorario rileva i consumi totali registrati durante tutto il giorno mentre quello gestito per fasce li distingue nelle ore del giorno a seconda di 3 fasce stabilite dall'Autorità: F1, F2 e F3.
Se hai il contatore dell'Enel dovrai premere il pulsante accanto al display fino alla voce "Lettura periodo corrente" ed appuntare i seguenti numeri:

  1. A1 consumi relativi alla fascia F1: ore di punta (ore diurne)
  2. A2 consumi relativi alla fascia F2: ore intermedie (mattina presto, sera e sabato)
  3. A3 consumi relativi alla fascia F3: ore fuori punta (notte, domenica e festivi)

Come leggere il contatore monorario?

Se in bolletta trovi la sigla EM il contatore non è stato ancora programmato e non è in grado di distinguere i consumi nelle diverse fasce. Pertanto in questo caso il contatore misura i kilowattora sull'intero arco della giornata e la lettura risulta molto semplice. Si deve comunicare solamente una sola cifra corrispondente al valore della sigla A3. Gli altri campi non dovrebbero riportare alcun valore.

Autolettura del contatore tradizionale

L'autolettura del contatore tradizionale

Nella tua abitazione è presente ancora il vecchio contatore meccanico con la rotellina che gira? Nella tua bolletta, all'interno del box dei dati sulla fornitura, la tipologia del contatore è indicata come contatore tradizionale con la lettera T.
In questo caso devi leggere tutte le cifre visualizzate nella finestra trasparente, senza prendere in considerazione gli zeri iniziali ed i numeri dopo la virgola, se questa è presente. A volte i decimali dopo la virgola sono evidenziati in rosso.

Come comunicare l'autolettura al fornitore?

I fornitori mettono a disposizione diverse modalità per poter inviare l'autolettura così puoi scegliere quella per te più comoda. In ogni caso dovrai indicare il numero cliente per l'identificazione della tua utenza. Se preferisci chiamare, tieni a portata di mano una bolletta, in questo modo sarai pronto a comunicare i tuoi dati e risparmierai tempo.
Ecco di seguito tutti i modi per comunicare l'autolettura: 

  1. Chiamare il Numero verde
  2. Dal PC sul sito online del fornitore
  3. Con il cellulare tramite SMS
  4. Con Applicazioni per smartphone dedicate al servizio

Contatti per comunicare l'autolettura a Enel

Contatti per comunicare l'autolettura a Enel servizio elettrico
Modalità Procedura Contatto
Telefonata Dopo il messaggio di selezione digita 2 e poi ancora 2, inserisci il numero cliente (9 cifre) e segui le istruzioni per inserire la lettura
  • Numero verde 800.900.800 da rete fissa
  • 199.50.50.55 da cellulare
Online dal sito Registrati sul sito, accedi all'area riservata, clicca su "comunica la lettura" ed inserisci i dati richiesti Sito di enel
Tramite SMS Invia un SMS scrivendo LETTURA seguita dal tuo numero cliente e dal valore (contatore monorario o tradizionale) o dai valori (contatore per fasce) es. LETTURA 123456789 58632 320.204.3438
Recandoti al punto vendita Enel Ricorda di portare con te il numero cliente, puoi comunicare la lettura ad un operatore che ti rilascia una ricevuta Cerca il punto più vicino: Dove siamo

Quando fare l'autolettura?

Ciascun fornitore concede ai suoi clienti una finestra temporale durante la quale è possibile inviare l'autolettura. Di solito puoi mandare la comunizione della lettura dei consumi esclusivamente in un determinato periodo di tempo, che di solito va da dieci giorni o da una settimana prima dell'emissione prevista della bolletta.

Sulla bolletta è sempre indicato il periodo di tempo in cui puoi inviare l'autolettura.

Trovi questa indicazione nella sezione: "comunicazioni relative alla sua fornitura", in genere nelle ultime pagine della bolletta. Se invii la comunicazione in ritardo molto probabilmente non verrà presa in considerazione dal fornitore.

Cosa fare se è arrivata una bolletta Enel sbagliata?

Se pensi che sulla bolletta i consumi fatturati siano sbagliati poiché sono diversi da quelli da te rilevati sul contatore, puoi richiedere la rettifica di fatturazione. I contatti di Enel servizio elettrico per inviare la rettifica di fatturazione sono i seguenti:

  • via posta: casella postale 1100 - 85100 Potenza
  • via fax al numero: 800.900.150
  • via telefono: Numero verde 800.900.800 da rete fissa o 199.50.50.55 da cellulare

Qualora tu avessi già pagato la bolletta non corretta ed hai la domiciliazione bancaria attiva, la somma spettante ti verrà accreditata direttamente sul conto corrente. Se paghi con il bollettino l'importo sarà sottratto dalla bolletta successiva. Se invece ancora non hai pagato la bolletta in questione ne riceverai un'altra con l'importo corretto.

Categoria: