Toscana Energia: Area Clienti, Contatti e Numero Verde

allaccio e volturaallaccio e voltura

INFO ATTIVAZIONI CONTATORE LUCE E GAS E VOLTURA

Servizio gratuito (lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 19)

Più info
allaccio e volturaallaccio e voltura

INFO ATTIVAZIONI CONTATORE LUCE E GAS E VOLTURA

Servizio gratuito (lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 19)

Più info

Qual è il Distributore Luce, Gas e Acqua del mio comune? Il distributore locale cambia da un comune all'altro. Cerca qui il distributore che opera nella tua città! Inserisci il Cap o il Comune!

  • Abano Terme(35031)
  • Abbadia Cerreto(26834)
  • Abbadia Lariana(23821)
  • Abbadia San Salvatore(53021)
  • Abbasanta(09071)
 
distributore toscana energia
Come contattare Toscana Energia: emergenze, allaccio, reclami, etc.

La storia di questa società nasce nel 1839, quando la città di Firenze si attiva per avere gas ed energia elettrica nella città. Nel 2004 nasce Toscana Energia, anche a seguito del Dectreto Letta che ha previsto la separazione del servizio di distribuzione e vendita del gas e ha introdotto per le aziende l'obbligo di concorrere per l'assegnazione delle concessioni per la gestione delle reti di distribuzione tramite gara pubblica.


logo toscana energia

Quali Sono i Contatti e il Numero Verde di Toscana Energia?

Toscana Energia mette a disposzione diversi contatti, puoi trovarli tutti online sul sito ufficiale del distributore. Sulla Home, in alto a destra trovi la sezione "Contatti" attraverso la quale puoi:

  • Chiamare il Pronto Intervento per emergenze dispersioni e guasti. Numero Verde 800.900.202;
  • Recarti nella tua Area Personale MyToscanaenergia per gestire le utenze online;
  • Fare Richieste, avere Informazioni o inviare un Reclamo;
  • Inviare una mail all'indirizzo PEC: [email protected]
  • Recarsi presso gli uffici di Firenze Tel. 055.43801 - Fax 055.216390
  • O nell'ufficio di Pisa Tel. 050.848111 - Fax 050.9711258

Distributore e Fornitore Toscana Energia S.p.A. è una società di distribuzione del gas, non di fornitura, quindi non stipula contratti di fornitura gas né volture; non emette bollette; non fissa appuntamenti per attivazione o disattivazione fornitura, spostamento misuratore, modifica impianto ecc. Toscana Energia S.p.A. può solo fissare appuntamenti per sopralluoghi in caso di richiesta di primo allacciamento alla rete del gas e rispondere a richieste scritte di informazioni o a reclami (su MyToscanaEnergia) in merito ad accertamenti della sicurezza degli impianti di utenza a gas e alla rilevazione delle letture.

Che Cos'è MyToscanaEnergia?

MyToscanaEnergia è il portale dedicato ai clienti serviti dalla società e che permette di gestire le proprie utenze online. Basta andare sul sito del fornitore, cliccare su "Rete Gas" all'interno del menù, "Informazioni per clienti finali e installatori" ed entrare nel portale. Per registrarsi basta indicare la tipologia di utenza, i dati anagrafici, il codice fiscale o partiva IVA, l'indirizzo email, e infine creare una Username e Password di accesso. Vediamo tutti i servizi a cui puoi accedere con l'area personale MYToscanaEnergia:

  • Conoscere i PDR (Punto di Riconsegna) che riguardano le tue utenze, individuare la società di vendita attiva sul punto di fornitura ed associare al tuo account nuovi PDR (a parità di codice fiscale o partita iva).
  • Stipulare un preventivo: in mancanza di un Punto di Riconsegna in prossimità dell'abitazione è possibile richiedere a Toscana Energia il preventivo per il nuovo impianto senza rivolgerti alla Società di Vendita.
  • Se il Punto di Riconsegna esiste ma non è stato stipulato un contratto di fornitura o non è attivo, è possibile richiedere al distributore i preventivi: per un nuovo impianto; la modifica dell'impianto; la rimozione di un impianto; lo spostamento/rimozione senza PDR.
  • Attraverso la sezione "Le mie richieste" puoi rimanere aggiornato sullo stato delle pratiche, dall’inserimento fino all’esecuzione;
  • Puoi avere sotto controllo i tuoi consumi e visualizzare tutte le letture raccolte fino al momento presente;
  • Attraverso la sezione "Supporto" puoi trovare risposta alle domande più frequenti, per poter utilizzare il gas senza problemi;
  • "Sostituzione contatore": permette di visualizzare o modificare in autonomia la data e la fascia oraria per l'appuntamento di sostituzione contatore e inserire note utili per l’esecuzione dell’attività.

Come Eseguire l'Attivazione della Fornitura Gas?

Come dicevamo sopra, Toscana Energia è un distributore e non un fornitore di luce e gas. Dunque, per eseguire l'attivazione delle utenze è necessario, prima di contattare Toscana Energia, verificare l'esistenza del contatore e in caso, stipulare un contratto con un fornitore che si occuperà di prendere contatti con il distributore. Nel mercato libero ci sono oltre 200 players che propongono offerte variegate e prezzi concorrenziali. Ti basta scegliere la tariffa più conveniente a seconda delle tue esigenze di consumo. Se sei cliente del mercato tutelato e vuoi passare a quello libero basta individuare la nuova compagnia e sottoscrivere un contratto. Il precedente cesserà all'attivazione del nuovo, senza interruzioni di fornitura. Se vuoi passata da un fornitore ad un altro sempre all'interno del libero mercato (e non hai già cambiato prima della scadenza dei 12 mesi di contratto) ti basta sottoscrivere una nuova promo.

Una volta che avrai scelto il tuo fornitore di fiducia, potrai contattare Toscana Energia che si occuperà di inviare un tecnico presso la tua abitazione per rimuovere i sigilli e attivare così la tua fornitura gas.

Da gennaio 2024 il mercato tutelato sparirà, perciò chi non è ancora passato al libero mercato entro quella data si troverà nel regime transitorio. Se vuoi cambiare fornitore, abbiamo scritto degli articoli utili per agevolarti nel passaggio e rendere il percorso al libero mercato più consapevole e sicuro. Fine Mercato Tutelato Energia: Scadenze (2021 e 2023), Provvedimenti e Consigli e È meglio il Mercato libero o il Servizio di Maggior Tutela? Cosa cambia?

Come Ottenere il Bonus Gas?

Il bonus gas è anche detto bonus sociale o bonus energia (gas e luce) ed è una manovra statale che riduce la spesa in bolletta. Il bonus si rivolge alle famiglie in condizioni di disagio economico o fisico.

Per ottenerlo basta presentare la DSU. Sì, perché dal 1 gennaio 2021 il bonus viene riconosciuto automaticamente alle famiglie/cittadini che ne hanno diritto in possesso della DSU.

Coloro che possono usufruire del bonus gas devono essere:

  • Cittadini/famiglie riconosciute essere in disagio economico e cioè avere indicatore ISEE non superiore ad € 12.000;
  • Oppure appartenere ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) ed avere un reddito non superiore ad € 20.000;
  • Oppure detenere Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza;
  • Uno dei componenti del nucleo familiare deve avere intestato un contratto di fornitura elettrica e/o gas naturale con tariffa per usi domestici ed attiva (servizio in corso) o temporaneamente sospeso per morosità.

Per usufruire del bonus compila la DSU, a scelta tra l’ente che eroga la prestazione sociale agevolata; il Comune; un Centro di Assistenza Fiscale (CAF) o patronato; online sul sito dell’INPS. A seguito della procedura, l'INPS restituisce il calcolo ISEE tramite il quale è possibile comprendere se si può beneficiare del bonus. Nel caso in cui ci sia esito positivo, il dichiarante riceve la comunicazione con le istruzioni per riscuotere il bonus.

La fornitura del gas deve avere determinati requisiti perché sia erogato il bonus:

  • La fornitura del gas deve essere per uso domestico, attiva (l'erogazione del servizio deve essere in corso. Vale anche la fornitura sospesa per morosità), il gas deve essere usato per riscaldamento, uso cottura cibi, produzione di acqua calda sanitaria. Il contatore del gas non deve essere di classe superiore a G6;
  • Se il nucleo familiare risiede in un condominio: la fornitura di gas naturale deve avere il PDR (punto di riconsegna) relativo ad un condominio in cui sono presenti unità abitative che utilizzano il gas naturale in locali adibiti ad abitazioni a carattere familiare; il gas deve essere usato per riscaldamento, uso cottura cibi, produzione di acqua calda sanitaria; la fornitura deve essere attiva ed in un locale adibito ad uso familiare;

Se hai dubbi o domande puoi contattare il Numero Verde 800.166.654 dello Sportello per il Consumatore Energia e Ambiente di ARERA o mandare una E-mail a [email protected]

Quali Sono le Recensioni di Toscana Energia?

Conoscere le opinioni dei clienti è importante, anche se non si tratta di una società di fornitura. In questo modo è possibile, grazie alle esperienze altrui, farsi un'idea del distributore con il quale vi interfacciate. Vediamo allora le recensioni lasciate dagli ex utenti (ottobre 2022).

Chiara scrive: Tempestivo intervento dopo la segnalazione di inconveniente a seguito sostituzione contatore nell'abitazione.

Alessandro dice: Personale disponibile e competente.

Come Richiedere un Allacciamento Gas?

Che cosa significa eseguire l'allacciamento del gas? Vuol dire collegare un edificio alla rete del gas metano. Di solito si effettua quando stai per trasferirti in una nuova abitazione i cui contatori non sono ancora attivi perchè non sono stati installati. Per richiedere la procedura di avvio dei lavori per connettere la tua nuova abitazione con la rete del gas, puoi: contattare il distributore locale, se hai bisogno solamente dell'installazione del contatore, oppure contattare il fornitore, se necessiti anche della fornitura del gas e dunque di stipulare un contratto nuovo. Il distributore locale è l'azienda, specifica per ogni comune d'Italia, responsabile delle operazioni tecniche di installazione, gestione e riparazione dei contatori del gas. Il fornitore invece è colui che vende il gas e che deve attivare la fornitura dopo che i lavori sono terminati. Se contatti il fornitore e attivi un nuovo contratto gas, sarà lui ad inoltrare la tua richiesta al distributore, svolgendo dunque un ruolo di intermediario tra le parti.

Per eseguire l'allacciamento gas avrai bisogno dei seguenti dati:

  • Dati anagrafici (nome, cognome, codice fiscale);
  • Copia di un documento di identità;
  • Indirizzo di fornitura;
  • Dati di contatto (e-mail e numero di telefono);
  • Dati catastali dell'immobile;
  • Tipologia di utilizzo che si intende richiedere per il gas (riscaldamento, cottura cibi ecc.).

Se vuoi avere più informazioni sul tema leggi gli articoli completi relativi all'allacciamento luce e gas!

Aggiornato in data