Tu sei qui

Come sapere il fornitore di energia elettrica e gas?

Attivazioni

049.736.08.38

voltura nuova casa

Come recuperare il nome della società energetica dell'inquilino precedente?

A volte accade che l'ex inquilino è introvabile e ha lasciato le utenze aperte a suo nome. In questi casi intestare il contratto a tuo nome può essere complicato se non si conosce il fornitore.
E' questa la tua situazione? Ecco la soluzione per scoprire chi è il fornitore e richiedere la voltura.


In alcune circostanze l'affittuario precedente sparisce senza disdire il contratto e lasciando le utenze della luce e del gas intestate a suo nome. In questi casi non è possibile effettuare un subentro perché le utenze sono ancora attive. L'operazione necessaria per passare la fornitura a nostro nome senza interruzioni è la voltura.
Il problema si pone nel caso in cui:

come sapere fornitore voltura

Come faccio a sapere il fornitore?

  • non sappiamo chi sia il fornitore
  • non riusciamo a trovare una bolletta recente
  • l'ex inquilino diventa irreperibile.

Vediamo come fare in questa situazione.

Come fare la voltura di un'utenza morosa?

Se l'utenza è stata disattivata per contatore moroso, il procedimento per la voltura è analogo. Il cliente dovrà contattare il precedente fornitore per procedere alla riattivazione dell'utenza a suo nome. Se non sai chi è il fornitore leggi il paragrafo dedicato.

Il nuovo intestatario del contratto non è obbligato a saldare la somma dovuta al fornitore dal precedente inquilino per poter riattivare il servizio.

Non c'è una normativa specifica che riguarda la voltura, quindi ti consigliamo di firmare una comunicazione aggiuntiva in cui attesti la tua estraneità con il vecchio cliente. In questo modo scarichi ogni responsabilità riguardo il debito con il fornitore del precedente inquilino.

 Scarica qui il modulo per dichiarare l'estraneità al debito del precedente inquilino.

Il fornitore può rifiutarsi di procedere alla voltura?

In caso di morosità del vecchio inquilino, il fornitore può però rifiutarsi di attivare la nuova utenza anche a seguito dell'invio della dichiarazione di estraneità da parte del nuovo inquilino. Quest'ultimo potrà rivolgersi ad un nuovo fornitore, ma solo dopo che il fornitore attuale ha comunicato al portale del distributore il suo rifiuto a procedere al cambio di intestatario del contratto. A questo punto, sarà il nuovo fornitore scelto per il cambio a decidere se procedere con la voltura e l'attivazione del nuovo contratto.

Vuoi cambiare fornitore?

049.736.08.38

Quali informazioni servono per fare la voltura?

Con la voltura viene modificato l'intestatario del contratto di una fornitura al momento attiva. La richiesta deve essere inviata al fornitore con cui il precedente inquilino aveva il contratto, per cui è indispensabile conoscerne il nome.

  • Le informazioni necessarie per eseguire la voltura sono:
  • I dati anagrafici del nuovo intestatario: nome, cognome e codice fiscale
  • I dati anagrafici del vecchio intestatario: nome, cognome e codice fiscale
  • I dati dell'utenza: indirizzo e
    • per la luce: il numero cliente o il codice POD
    • per il gas: il codice PDR

Il codice POD (luce) ed il PDR (gas) identificano con precisione l'utenza quando, al medesimo indirizzo, corrispondono più utenze, ad esempio in un palazzo. Il codice POD è indicato in ogni bolletta della luce ed inizia sempre con IT seguito da 3 numeri e dalla lettera E. In alternativa puoi comunicare al fornitore il tuo numero cliente. Questo dato è reperibile anche sul display del contatore elettronico. Premendo il pulsante accanto al display visualizzi il numero cliente (modello dell'Enel) o il numero utenza (modello dell'Acea).
Il codice PDR puoi trovarlo invece nella prima o seconda pagina della bolletta del gas.

Quando effettui la voltura il contratto dell'utenza è quello del precedente inquilino e le condizioni economiche sono quelle da lui stabilite. Cogli l'occasione della voltura ed approfitta di un'offerta più conveniente sul mercato libero. Visita il comparatore per fare un rapido confronto delle ultime tariffe della luce e del gas selezionando i parametri che preferisci tra luce, gas, luce + gas, tariffa monoraria o bioraria.

Hai un contratto di fornitura poco economico? Confronta in autonomia e gratuitamente le offerte di luce e gas!

...

A chi inviare la richiesta per sapere il nome del fornitore?

Le soluzioni a disposizione del cliente per scoprire qual è il fornitore sono due:

  1. Contattare il distributore locale
  2. Inviare una richiesta allo Sportello per il Consumatore (disponibile solo per l'elettricità)

Se stai cercando il fornitore del gas l'unico modo a disposizione è quello di rivolgersi al distributore poiché lo Sportello per il Consumatore non effettua questo servizio.

Il distributore è diverso per il mercato dell'energia elettrica e del gas naturale e dipende dal comune. Se non conosci il tuo ecco la lista dei distributori della tua zona, basta indicare il comune o il CAP della tua abitazione. 

Come contattare il distributore locale?

Il distributore locale è una società distinta dal fornitore a cui paghiamo le bollette. Il distributore si occupa della gestione del contatore, dei servizi di misura dell'energia e delle operazioni tecniche come allacciamento e attivazione. Le società di distribuzione non hanno degli uffici aperti al pubblico e non dispongono di un numero di telefono da chiamare.

Invia la richiesta scritta mandando un fax al distributore locale. Ecco i contatti del distributore

Il distributore risponde alla tua richiesta entro 30 giorni, comunicandoti il nome del fornitore con cui è attiva l'utenza. Se si tratta dell'utenza elettrica ti consigliamo di ricorrere al servizio dello sportello del consumatore poiché è più rapido; continua a leggere per sapere i dettagli.

Scarica il modulo per sapere il fornitore tramite lo sportello del consumatore

Questo servizio dello sportello del consumatore è disponibile solo per un'utenza dell'energia elettrica attiva. Il cliente dovrà inviare il modulo ed alcuni allegati obbligatori.

 Ecco il modulo per la richiesta del nome del fornitore.

Compila il modulo correttamente in tutte le sue parti, in questo modo la gestione della richiesta sarà più veloce ed efficace. Lo sportello utilizzerà l'indirizzo mail per le comunicazioni relative alla richiesta, qualora tu lo abbia indicato nel modulo.

Ricorda che il codice POD è indispensabile, altrimenti la richiesta non sarà gestita.

La dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà è necessaria per attestare il possesso dei titoli relativi all'abitazione per la quale si vuole richiedere la fornitura (proprietà, contratto di affitto). Nel caso in cui tu sia l'affittuario della casa, non è obbligatorio allegare il contratto di affitto.
Nell'eventualità che la richiesta non venga presentata dalla persona che ha titolo, è obbligatorio compilare la sezione sulla delega nel modulo per la richiesta.

Come inviare la richiesta allo sportello del consumatore?

Una volta compilato il modulo, puoi spedirlo insieme agli allegati obbligatori ad uno dei seguenti recapiti:

  1. Via posta ordinaria: sportello per il consumatore di energia
    Via Guidubaldo del Monte, 45 00197 Roma
  2. Tramite fax: Numero Verde gratuito 800.185.024

Lo sportello risponderà alla tua istanza entro 10 giorni lavorativi dal ricevimento della richiesta.
Il modulo deve essere compilato in maniera corretta con tutti gli allegati obbligatori, in caso contrario la richiesta non sarà evasa.

Assicurati di non pagare troppo in bolletta: falle fare analizzare gratuitamente da un esperto!

...
Categoria: