Tu sei qui

Per attivazioni chiama Puntienergia

049.736.08.38

I fornitori di gas

Quale fornitore di gas scegliere?

Quali sono i fornitori di gas presenti in Italia? E quali sono le loro offerte?

Dal 2004 tutti i consumatori domestici e business possono scegliere liberamente il fornitore di gas naturale con cui sottoscrivere il contratto. Accanto ad Eni, la multinazionale creata dallo Stato che rappresenta il fornitore storico del gas, sono presenti tanti altri fornitori che propongono offerte alternative. 
Il mercato del futuro sarà completamente libero, le utenze non domestiche già dal 2014 non possono aderire alle tariffe del servizio di tutela che molto probabilmente scompariranno anche per i residenziali nel 2018. 

Vuoi cambiare fornitore? Puoi chiamare il nostro numero 049.736.08.38 oppure fatti richiamare gratuitamente. Fatti richiamare

Qual è la differenza tra i fornitori di gas

Quando si sceglie un fornitore di gas naturale nel mercato libero, sono due i fattori principali che cambiano: il prezzo, incluse le condizioni per la sua evoluzione, ed il servizio clienti che offre il fornitore.
Il resto non varia: il gas che ti viene consegnato a casa è sempre lo stesso così come il contatore del gas che non viene in alcun modo modificato. Quando effettui un passaggio di fornitore, il distributore locale, ossia il soggetto che si occupa dell'ultimo tratto della rete del gas e del contatore non varia. Quindi il servizio tecnico da parte degli operatori in caso di guasto sulla rete oppure in caso di attivazione o di allacciamento, rimane di competenza della stessa società di distribuzione che avevi prima del cambio.

Hai dubbi su come valutare un fornitore rispetto ad un altro? Visita il nostro articolo su come scegliere il tuo fornitore di luce e gas.

Alcuni fornitori di gas sono specializzati per le utenze business, che in genere hanno consumi di gas molto elevati. Per questo tipo di clienti il prezzo, solitamente più basso per via degli elevati volumi, viene formulato attraverso preventivi personalizzati per ogni situazione.
La concorrenza nel mercato libero, oltre a comportare una diminuzione del prezzo, fa si che i nuovi fornitori, per poter emergere offrano ai nuovi clienti dei bonus, oppure dei servizi aggiuntivi, come assistenza su guasti in casa.

Come è possibile che un fornitore riesca ad offrire un prezzo del gas più basso

La concorrenza tra i vari fornitori spinge gli stessi a offrire prezzi inferiori. Per poter commercializzare tariffe più basse i fornitori hanno una struttura più leggera, ad esempio senza punti vendita, che permette loro di ridurre i costi operativi ed essere redditizi nello stesso tempo. Inoltre alcune società di vendita sono attive anche nel trading del mercato all'ingrosso del gas e sono in grado di negoziare con i venditori di gas condizioni molto favorevoli e di riuscire a proporre offerte più economiche rispetto alle tariffe regolamentate.

Hai un contratto di fornitura poco economico? Confronta in autonomia e gratuitamente le offerte di luce e gas!

...

Posso tornare al servizio di tutela dopo averlo lasciato?

Qualora dovessi trovarti male con il nuovo fornitore di gas, hai il diritto sia di cambiare passando ad un altro fornitore nel mercato libero, sia di tornare al servizio di tutela. A differenza del settore elettrico, in cui è solo l'azienda collegata al distributore che offre le tariffe regolate, per il gas puoi chiedere ad un qualsiasi fornitore operante nella tua zona, di attivare un contratto con le condizioni del servizio di tutela.

E' semplice passare ad un fornitore nel mercato libero?

Contrariamente a quanto si pensi, sottoscrivere un contratto con un fornitore del mercato libero è molto facile. Le casistiche per entrare nel mercato libero sono due:

  1. Attivazione di un nuovo contratto: se stai traslocando e devi aprire una vecchia utenza puoi richiederlo direttamente al fornitore che hai scelto con l'offerta più conveniente
  2. Cambio di fornitore: se l'utenza è attiva con un altro fornitore, puoi in qualunque momento richiedere un cambio con la certezza che non avvenga alcuna interruzione di gas nel passaggio

Vuoi cambiare fornitore? Puoi chiamare il nostro numero 049.736.08.38 oppure fatti richiamare gratuitamente. Fatti richiamare

In entrambi i casi il procedimento è abbastanza simile e con una bolletta sottomano è semplicissimo. E' sufficiente contattare il fornitore che hai scelto e comunicargli i dati dell'intestatario e della fornitura, indirizzo e codice PDR e le coordinate del conto corrente in caso di domiciliazione bancaria.  Per l'attivazione del gas, se il contatore è stato disattivato e quindi è chiuso, sarà necessario l'intervento di un tecnico per consentire nuovamente il prelievo del gas.

Nel cambio di fornitore non devi contattare il tuo vecchio fornitore per cancellare il contratto. Sarà il nuovo fornitore che si occupa di inviare il recesso al vecchio.

Quanto tempo è necessario per il cambio fornitore?

Una volta effettuato il cambio, è necessario aspettare 30 giorni a partire dal primo giorno del mese successivo a quello della richiesta, per l'effettivo passaggio al nuovo fornitore. Questo corrisponde al tempo minimo, stabilito dall'Autorità, per il recesso dal vecchio contratto. Il cambio avviene quindi al massimo entro 2 mesi, ad esempio se abbiamo sottoscritto il nuovo contratto il 5 marzo, la fornitura sarà attiva con il nuovo fornitore il primo maggio. La nuova fornitura parte sempre il primo giorno del mese. In questo periodo di tempo il fornitore precedente ti invia la sua ultima bolletta con l'eventuale conguaglio.

Quanto costa il cambio fornitore?

Il passaggio da un fornitore all'altro è assolutamente gratuito, sia nel caso in cui tu provenga dal servizio di maggior tutela sia da un altro fornitore del mercato libero. Per il nuovo contratto è prevista per legge l'imposta di bollo, pari a 16 €, ma in molti casi è il nuovo fornitore che si prende questo onere. Il fornitore ha il diritto di chiedere al cliente un eventuale deposito cauzionale a garanzia. L'Autorità ha stabilito un valore massimo per il deposito cauzionale che è pari a 11,5 € per ogni kW di potenza impegnata prevista nel contratto. Per il contratto di un'utenza gas il deposito è pari a:

  • 25 € per consumi fino a 500 Smc all'anno
  • 77 € per consumi da 500 fino a 5.000 Smc all'anno
  • pari ad una mensilità media per consumi superiori a 5.000 Smc all'anno

I fornitori di gas in Italia

Dalla liberalizzazione del mercato, avvenuta nel 2003 per il settore del gas, esistono molti fornitori attivi in Italia. Le utenze non domestiche non hanno diritto al Servizio di Maggior Tutela, sono quindi obbligate ad aderire ad un'offerta nel mercato libero. Nella tabella sottostante trovi la lista dei principali fornitori di gas, con le offerte gas presentate ed infine il numero verde per contattare il servizio clienti.

Fornitore Caratteristiche e offerte gas Contatti
Eni è l'azienda leader italiana nell'area petrolio e gas. Tra i vertici del mercato propone offerte gas a prezzo fisso e variabile, anche con polizze per l'assistenza a guasti in casa incluse nel prezzo. Attiva le offerte di Eni
EnerGrid propone offerte di energia elettrica e gas sia a clienti domestici sia a Partite Iva.

Energrid propone offerte sia a prezzo fisso che a prezzo variabile a seconda delle tue preferenze.
Attiva le offerte Energrid
Wekiwi offre servizi innovativi per dare ai propri clienti un'esperienza 2.0 ed uscire dagli ordinari schemi per il pagamento della bolletta. Le offerte gas di Wekiwi sono:
  • Gas prezzo fisso 12 mesi
  • Gas alla fonte
Attiva le offerte Wekiwi 
Acea è la storica società di Roma, attiva nel mercato libero in tutto il territorio. Acea Energia propone offerte a prezzo bloccato per 1 (offerta web) o 2 anni. Numero verde: 
800.130.338
Edison è la più antica società operante nel settore in Europa. Attiva in tutta la filiera dall'approvviggionamento, alla produzione e alla vendita, propone offerte gas a prezzo fisso, con assistenza sulla casa, o variabile (tariffa regolata scontata) riservata ai nuovi clienti. Numero verde: 
800.031.141
Enel Energia, la società attiva nel mercato libero del leader italiano ha offerte gas a prezzo fisso, web e con un canone mensile tutto incluso (€/Smc). Con alcune offerte è compresa l'assistenza guasti in casa.

Numero verde
Enel Energia: 800.900.860

Illumia è un fornitore di Bologna in espansione; propone offerte a prezzo bloccato per 1 anno (offerta web) oppure per 3 anni (riservata a chi ha l'offerta energia semplice per la luce). Numero verde: 
800.046.640
Enercom ha origine da società storiche attive nella distribuzione di gas da più di 60 anni fa. Ha una presenza maggiore nel Nord Italia, con offerte a prezzo bloccato per 1 anno (anche web), e a prezzo variabile in base al mercato internazionale TTF con prezzo aggiornato ogni mese. Numero verde: 
800.490.266
E.On il gigante nato in Germania, propone nel mercato libero una vasta gamma di offerte gas con prezzo bloccato 1 o 2 anni, o variabile applicando uno sconto alla tariffa regolata (con domiciliazione bancaria) e un'offerta per chi è già cliente con un pagamento mensile costante. Numero verde: 
800.999.777
A2A è una società multiservizi nata da ex aziende municipali. Molto radicata in Lombardia, ha offerte gas a prezzo bloccato per 1 anno (web) o 2 anni, possibilità di attivare una polizza assicurativa per la casa.

Numero verde:
Milano: 800.199.955

Provincia di Bergamo: 800.012.012

Brescia, Alessandria, Cremona, Lodi, Mantova: 800.011.639

Sorgenia è un fornitore dedicato alle imprese e professionisti con partita IVA. Presenta un'offerta gas a prezzo bloccato per 1 anno con un bonus se sottoscrivi anche l'offerta luce. Per le grandi aziende disponibile un'offerta con prezzo allineato al mercato. Numero verde: 
800.294.333

Attivazioni

049.736.08.38

Categoria: