Codice Sconto NeN
Codice Sconto NeN

Consigli utili per l’utilizzo di frigorifero, lavastoviglie e ferro da stiro


Risparmiare in casa interessa un po' tutti, soprattutto con i tempi che passano. Questo articolo vi sarà molto utile in quanto vedremo come fare a consumare meno corrente elettrica possibile con gli elettrodomestici che più usi nel quotidiano a cominciare dal frigorifero, lavatrice e lavastoviglie fino al ferro da stiro.

Ti riportiamo i migliori consigli da applicare ed i trucchetti più convenienti da seguire per far sì che il nostro portafoglio ne risenta positivamente.

1) Come risparmiare con la lavatrice

La lavatrice è forse il primo elettrodomestico che in casa non deve e non può mancare.

Esistono tantissimi modi per risparmiare sull’uso di questo dispositivo.

Innanzitutto puoi effettuare i tuoi lavaggi di sera piuttosto che durante la giornata, quando la tariffa energetica del fornitore di corrente con cui hai il contratto è più bassa.

In secondo luogo ti consigliamo di evitare lavaggi ad alte temperature, non solo per il risparmio sulla corrente, ma anche per non rovinare le fibre dei tuoi capi.

Usa poco detersivo altrimenti sarai costretto ad effettuare più risciacqui e quindi a consumare più acqua e corrente del previsto.

Evita il prelavaggio, che oltre ad essere poco efficace, è anche molto dispendioso.

2) Consigli per risparmiare con la macchinetta del caffè

La macchinetta del caffè espresso è entrata ormai da molti anni nelle case degli italiani.

Ottima alternativa alla classica moka, c’è tuttavia da dire che tenerla costantemente “in corrente” ha il suo consumo.

Per evitare inutili dispendi di energia, spegni la tua macchinetta quando hai finito di usarla, così da evitare che i LED delle varie funzioni (spegnimento, vapore etc.) assorbano corrente e si ripercuotano sulla tua bolletta.

3) Trucchi per evitare che la lavastoviglie ci azzeri il conto familiare

La lavastoviglie ha un assorbimento di energia inferiore alla lavatrice, ma esistono ugualmente degli accorgimenti che possono aiutarti a risparmiare corrente.

Ad esempio se puoi, utilizza il lavaggio più economico, dal momento che i moderni dispositivi danno la possibilità di selezionare la tipologia di lavaggio per le stoviglie.

Inoltre, quando piatti e bicchieri da lavare sono pochi, prediligi il lavaggio manuale o almeno attendi la cena per finire di riempire l’elettrodomestico e fare così un lavaggio in meno nell’arco della giornata.

Non effettuare l'asciugatura con aria calda, e tieni il filtro pulito per prevenire formazione di calcare (che affatica la lavastoviglie e fa consumare di più, oltre a rischiare di bloccarla).

4) TV, Hi-Fi, lettori DVD e decoder: ecco cosa fare per diminuire i consumi di corrente

Questa gamma di dispositivi fa parte della sezione intrattenimento domestico.

Secondo alcune statistiche, gli italiani trascorrono in media cinque ore al giorno davanti alla TV. Il che vuol dire che un italiano medio spende dai 50 ai 200 euro l’anno per la televisione.

Come si può fare la differenza, e diminuire l’impatto che la TV e gli elettrodomestici annessi hanno sulle nostre tasche? In primis, devi pensare alla tipologia di modello di televisore, e alle sue dimensioni.

Se compri uno schermo piatto LCD rispetto al plasma, consumi meno, ma se compri uno schermo di grandi dimensioni, consumi inevitabilmente di più.

Bisogna inoltre prestare attenzione alle caratteristiche tecniche del modello prescelto e alla classe energetica. Uno schermo a 46 pollici in classe A consuma fino a 103 kWh all’anno, in A+ fino a 83 kWh, in classe A++ solo 63 kWh.

Possiamo suggerirti inoltre di tenere le luci spente quando guardi la TV, così da evitare lo spreco energetico. Gioca con il settaggio e le impostazioni del tuo dispositivo per equilibrare i livelli di luminosità dell’apparecchio, riducendo al minimo la brillantezza.

Se il tuo televisore lo prevede, attiva la retroilluminazione a LED che a differenza delle tradizionali lampade fluorescenti consente un risparmio energetico pari al 25% (fino al 40% se confrontato a quello del televisori al plasma).

Lo sapevi che anche la posizione fa la differenza? Se appoggi la TV su un piano lasciando uno spazio di 10 centimetri tutt’intorno all’apparecchio, permetti alla stessa di arieggiare e di non surriscaldarsi. Ergo, non assorbe troppa energia.

Non dimenticare inoltre di spegnere la TV utilizzando l’interruttore, evitando l’uso dello stand-by il risparmio medio annuo arriva a circa 100 euro.

5) Frigorifero e congelatore, ma quanto ci costate? Ora non più se…

Altro dispositivo immancabile nelle case è il frigorifero, che insieme al congelatore, è forse l’elettrodomestico che maggiormente grava sulla bolletta, visto che resta in presa h24.

Il consumo medio di un frigorifero e di un congelatore è di circa 0,25 kWh per ciascun apparecchio. A differenza dei modelli in classe C, un frigorifero in classe A++ o A+++ può portarti ad un risparmio di anche 1.000 euro in dieci anni.

Se vuoi un elettrodomestico che funga sia da frigo che da congelatore, prediligi un modello a doppio compressore,  che oltre a permetterti un grande risparmio di energia, fa sì che puoi ottimizzare anche le diverse temperature di raffreddamento. La qual cosa, renderà più semplice anche la pulizia. Inoltre potrai anche spegnere il frigo e lasciare solo il freezer aperto.

Per un risparmio quotidiano, evita di mettere cibi caldi in frigo, e non aprire lo sportello se non strettamente necessario.

6) Accorgimenti specifici per il ferro da stiro

Ci sono infine alcuni trucchetti anche per ridurre l’assorbimento del ferro da stiro.

Come prima cosa, se stendi bene il tuo bucato, evitando pieghe, l’impegno durante la stiratura sarà minimo. Se usi modelli a vapore, programma bene il ferro con la manopola, così da evitare inutili sprechi di vapore e quindi anche di corrente (quando rilascia il vapore, il ferro attacca e stacca per riscaldare la resistenza).

Aggiornato in data