Prezzo indicizzato cosa vuol dire? ARERA e non ecco cosa significa

Aggiornato in data
minuti di lettura
offerte luce e gasOfferte luce e gas=

Scopri le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi

Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

offerte luce e gasOfferte luce e gas=

Scopri le Migliori Offerte Luce e Gas di Oggi

Risparmia oltre 96 € l'anno. Servizio gratuito e attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 21 e il sabato dalle 9 alle 19.

indice di prezzo
Prezzo indicizzato: cosa vuol dire, come si calcola e come capire se conviene rispetto al prezzo fisso

Le offerte di luce e gas incuriosiscono gli utenti, spingendoli a scegliere inseguendo un risparmio che a volte è possibile. Per identificare la tipologia di prezzo giusta in base alle proprie esigenze di consumo, può aiutare capire la differenza tra prezzo fisso e prezzo indicizzato e cosa significa in termini di costi in bolletta. Ecco una spiegazione semplice e chiara.

Il mercato libero ha avuto il merito di diversificare le offerte e dare la possibilità agli utenti di scegliere la tariffa più conveniente per le proprie esigenze.

Vuoi conoscere l'offerta più conveniente del momento? Se hai il dubbio di star pagando un prezzo troppo alto, chiamaci allo 02 829 580 9902 829 580 9902 829 580 9902 829 580 99 per valutare insieme l'offerta più adatta alle tue esigenze.

Tuttavia la scelta di un'offerta luce e gas deve passare anche e soprattutto dalla valutazione del prezzo dell'utility: meglio la tariffa a costo fisso o il prezzo indicizzato?

Prezzo indicizzato: cosa vuol dire?

Cosa significa prezzo indicizzato? L'espressione si riferisce al costo variabile della materia prima (luce o gas) da corrispondere in bolletta nel momento in cui si sottoscrive un contratto di questo tipo.

A cambiare è soltanto il costo della materia stabilito dal gestore mentre tutte le altre spese (es. trasporto, gestione del contatore e imposte) restano invariate e uguali a tutti gli operatori perché stabilite dall'Autorità ARERA. Nonostante ciò, il prezzo della materia “pesa” sulla bolletta, superando anche il 50% per la bolletta dell'energia elettrica e il 45% per la bolletta del gas.

Si può parlare di prezzo indicizzato nel mercato tutelato? Sì, almeno fino al termine del mercato tutelato (fissato per luglio 2024). In questo regime, il prezzo indicizzato viene indicato dall'ARERA e viene aggiornato ogni 3 mesi in base all'oscillazione del petrolio (elettricità) e dell'importazione (gas).

Che differenza c'è tra prezzo indicizzato e prezzo fisso?

La differenza tra prezzo indicizzato e prezzo fisso è racchiusa nella variabilità o meno del prezzo della materia prima all'ingrosso: variabile nel primo caso e sempre lo stesso nel secondo caso.

Il prezzo indicizzato implica una variazione del prezzo della luce o del gas nel corso dell'offerta sottoscritta in relazione al costo della materia (legato a sua volta a vari fattori, primo tra tutti i prezzi del mercato all'ingrosso). Il cliente viene messo al corrente dell'indice utilizzato per definire il prezzo, ma non conosce l'importo fino al momento della fornitura.

Le offerte con prezzo fisso comportano il pagamento dell'utility sempre allo stesso prezzo per tutta la durata dell'offerta (cioè può essere bloccato da un minimo di 12 mesi fino a un massimo di 36 mesi). Allo scadere dell'offerta, il fornitore presenta una nuova offerta commerciale con nuovo prezzo bloccato o un prezzo indicizzato che può essere accettata o rifiutata (con conseguente cambio di operatore) dal cliente.

Se nel mercato tutelato il prezzo indicizzato viene stabilito dall'ARERA, non si può dire lo stesso per il mercato libero. I vari operatori possono proporre offerte diverse, arrivando anche ad applicare “tagli” importanti.

Cosa vuol dire prezzo indicizzato non ARERA? Il valore indicizzato ARERA diventa metro di valutazione per quantificare e valutare i vantaggi delle offerte degli operatori (come vedremo tra un po') mentre il prezzo indicizzato non ARERA è il costo fisso della produzione della materia prima, del trasporto e della gestione delle reti.

Prezzo fisso e prezzo indicizzato: vantaggi e svantaggi

Meglio il prezzo bloccato o il prezzo variabile? Non c'è una risposta giusta o sbagliata a questa domanda: tutto dipende dalle esigenze personali.

Il prezzo fisso del kWh o del Smc permette di conoscere la spesa relativa ai propri consumi per una determinata finestra temporale, evitando il rischio di pagare di più anche se dovessero aumentare i costi della materia prima all'ingrosso. I costi in bolletta sono legati ai consumi veri e propri. Purtroppo, questo non consente di avere dei “tagli” di alcun genere.

La possibilità del cambio fornitore nel caso del prezzo fisso. Il prezzo bloccato della luce o del gas non subisce modifiche in relazione al mercato all'ingrosso, anche quando si verifica un ribasso. In tal caso è possibile sfruttare questa circostanza semplicemente cambiando offerta e/o fornitore.

Al contrario il prezzo indicizzato vanta un costo potenzialmente minore e permette di far risparmiare anche in modo considerevole, ma è soggetto ai rischi delle oscillazioni del mercato e non consente di calcolare i consumi. Può andare al ribasso così come può alzarsi improvvisamente.

Vantaggi Prezzo Indicizzato - Fisso
Tipo offerta Pro Contro
Prezzo fisso Prezzo bloccato; spesa prevedibile per una finestra di tempo. Perdita dei benefici di eventuali ribassi della materia.
Prezzo indicizzato Taglio dei costi se si verifica un ribasso. Influenza di fattori esterni; rischi dell'oscillazione del mercato.

Come si calcola il prezzo indicizzato?

Il prezzo indicizzato gas e luce nel mercato tutelato viene definito e comunicato dall'ARERA ogni 3 mesi per l'energia elettrica e ogni mese per il gas (cambiamento introdotto a ottobre 2022 per far fronte alla crisi energetica) tenendo conto di vari elementi (come i costi di importazione nel caso del gas, l'andamento del costo della materia e il cambio tra il dollaro e l'euro) e quindi vengono aggiornate anche le condizioni economiche del contratto (€/kWh e €/Smc) di conseguenza.

L'offerta commerciale con prezzo indicizzato viene definita da ciascun fornitore operante nel mercato libero circa ogni mese in base a criteri diversi, ma l'utente deve essere messo al corrente del meccanismo di indicizzazione utilizzato e della periodicità dell'aggiornamento mediante un'informativa dettagliata. Di solito, il nuovo prezzo viene comunicato direttamente nella bolletta e viene utilizzato per calcolare l'importo da pagare al termine del periodo di fatturazione. Per il resto, pur applicando elementi diversi, solitamente si parte da un prezzo minore rispetto al prezzo stabilito dall'ARERA (es. sconti del 5%) e tiene presente il PUN per l'elettricità e il PVS per il gas.

Offerte Luce: la classifica delle tariffe energia più convenienti Giugno 2024
PosizionePrezzo e Spesa mese*Attivazione
medaglia Prezzo fisso 1 anno
0,1254 €/kWh
45,6 €/mese

Octopus Fissa 12M

offerta octopus

02 829 580 99Attiva OnlineAttiva Online

medaglia Prezzo fisso 1 anno
0,139 €/kWh
45,7 €/mese

NeN Special 48 

offerta nen

Attiva Online Attiva Online (Sconto 48€) Attiva Online

medaglia Prezzo indicizzato
PUN + 0,030 €/kWh
43 €/mese

Sorgenia Next Energy Sunlight 

offerta sorgenia

02 829 580 99Attiva OnlineAttiva Online

Offerte Gas: la classifica delle tariffe energia più convenienti a Giugno 2024
PosizionePrezzo e Spesa mese*Attivazione
medaglia Prezzo fisso 1 anno
0,49 €/kWh
76,5 €/mese

NeN Special 48 

offerta nen

Attiva Online Attiva Online (Sconto 48€) Attiva Online

medaglia Tariffa indicizzata
PSV + 0,10 €/Smc
80,5 €/mese

Plenitude Trend Casa

offerta eni

02 829 580 99Attiva OnlineAttiva Online

medaglia Tariffa indicizzata
PSV + 0,090 €/Smc
80,8 €/mese
Enel Sempre con Te Flex
Enel

Attiva Online Attiva Online Attiva Online

*La spesa mensile è stata calcolata su un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Prezzo indicizzato o fisso: quale conviene?

Le caratteristiche e i vantaggi e gli svantaggi del prezzo bloccato e del prezzo variabile ci portano a dire che non esiste una scelta conveniente per tutti. Si può scegliere se pagare un costo potenzialmente più alto ma assicurato per un certo periodo (quello di validità dell'offerta) oppure se avere l'opportunità di pagare di meno ma correndo il rischio di avere “sorprese” in bolletta.

L'unico modo per capire se è meglio optare per un prezzo fisso o un prezzo indicizzato è avere un'idea chiara dell'andamento del mercato, valutare attentamente le offerte del momento e fare i conti con la propria propensione a gestire i rischi. Chiamaci allo 02 829 580 9902 829 580 9902 829 580 9902 829 580 99 per conoscere la tariffa più conveniente del momento.

Informazioni prezzi e tariffe