Gestore Servizi Energetici: Numero verde e Portale GSE

offerta sorgenia amazonOfferta sorgenia amazon

Buono Amazon 100€ solo se attivi oggi luce e gas con Sorgenia!

Prezzo super competitivo fisso per 1 anno: luce a 0,067 €/kWh notte e giorno e gas a 0,28 €/Smc, Bonus Amazon, nessun vincolo contrattuale.

Per conoscere gli incentivi sul fotovoltaico, il conto termico e lo scambio sul posto, contatta il GSE al  Numero verde  800.16.16.16 oppure accedi all’Area clienti.
Per conoscere gli incentivi sul fotovoltaico, il conto termico e lo scambio sul posto, contatta il GSE al Numero verde 800.16.16.16 oppure accedi all’Area clienti.

Il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) è la società autorizzata dalla Stato a conseguire gli obiettivi di sostenibilità ambientale investendo su fonti rinnovabili ed efficienza energetica. Per assistenza, chiama il Numero verde 800.16.16.16 (gratuito) da linea fissa o il 199.20.60.20 da mobile.


Come contattare il GSE? Numero Verde e Contatti Utili

Che cos'è il GSE? Il GSE (acronimo di Gestore Servizi Energetici) è il garante dello sviluppo e della promozione della sostenibilità ambientale in Italia, interamente controllato dal Ministero dell'economia e delle finanze.

Per contattare il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) puoi utilizzare i seguenti canali:

  • Numero verde da linea fissa 800.16.16.16 (chiamata gratuita);
  • Numero per telefono cellulare 199.20.60.20 (chiamata a pagamento, il costo della chiamata dipende dall'operatore attivo sul proprio smartphone);
  • Numero per le chiamate dall'Estero: 39.06.9292.8540.

Il servizio telefonico è attivo da lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00. 

  • GSE Area clienti per richiedere nuovi servizi e gestire quelli già attivi;
  • Indirizzo di posta certificata (PEC) gsespa@pec.gse.it;
  • Indirizzo per corrispondenza: Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A.- Sede legale Viale Maresciallo Pilsudski, 92 - 00197 Roma.

Cosa fa il GSE? Info sulle principali attività

Il GSE acronimo di Gestore Servizi Energetici, è una società per azioni italiana, interamente controllata dal MEF (Ministero dell'economia e delle finanze), che si occupa (anche attraverso l'erogazione di incentivi economici) della promozione delle fonti rinnovabile e dell'efficienza energetica. Tra le principali attività del GSE ci sono:

  • Qualifica degli impianti alimentati da fonti rinnovabili e dell'energia. Il GSE rilascia la qualifica IAFR, il riconoscimento tecnico necessario per gli impianti green per rientrare nel meccanismo di incentivazione previsti dalla normativa d.m. 6 luglio 2012. Inoltre, il GSE emette la Garanzia di Origine (GO) cioè l'unica garanzia di origine dell'energia generata da impianti green.
  • Meccanismi di incentivazione. Il GSE sostiene la produzione di energia rinnovabile attraverso diversi meccanismi di incentivazione a disposizione di privati, aziende e Pubblica Amministrazione. Tra i principali incentivi rilasciati dall'ente ci sono:
     
    • Conto Termico il contributo dedicato a privati e pubbliche amministrazioni per la sostituzione di caldaie esistenti con impianti più efficienti e l'installazione di pannelli solari termici;
    • Conto Energia, l'incentivo rilasciato alle aziende, privati e pubbliche amministrazioni che hanno installato un impianto fotovoltaico (connesso alla rete elettrica) di potenza proporzionale all'energia elettrica prodotta. Dal 6 luglio 2013, non è più consentito accedere a questa tipologia di agevolazioni.
    • Scambio sul posto, il meccanismo attraverso il quale chi produce energia da fonti rinnovabile (immettendola in rete) e preleva energia dalla rete in un altro momento, vede compensato il valore economico di quanto prodotto con quello di quanto prelevato e consumato in un secondo momento rispetto alla produzione.
    • GRIN (Gestione Riconoscimento INcentivo) l'applicativo che consente ai titolari degli impianti qualificati IAFR (che hanno precedentemente maturato il diritto ai certificati verdi) di usufruire dei nuovi incentivi previsti dal D.M. 06/07/2012.
    • Tariffa Onnicomprensiva sono degli incentivi economici (alternativi ai certificati verdi) riservati agli impianti qualificati IAFR. La tariffa Onnicomprensiva viene riconosciuta in funzione della quota di energia elettrica immessa in rete e include sia una componente incentivante sia una componente di valorizzazione.
    • CIP 6 deriva da una delibera del Comitato interministeriale dei prezzi e consiste in una forma di incentivazione monetaria attraverso una tariffa il cui valore è periodicamente aggiornato. Il CIP 6 è attualmente non più disponibile.
    • Ritiro Dedicato uno strumento utilizzato dal GSE per ritirare e remunerare l'energia elettrica immessa in rete corrispondendo al produttore un determinato prezzo per ogni kWh ritirato;
    • Incentivi del D.M. 23 giugno  2016 e del D.M. 6 luglio 2012 per la produzione di energia elettrica da impianti alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella solare fotovoltaica, con potenza non inferiore a 1 kW. 
       
  • Verifiche sugli impianti. Uno dei principali compiti del GSE è quello di accertare la sussistenza e la permanenza dei requisiti necessari all'ottenimento e mantenimento degli incentivi attraverso verifiche e controlli verso gli impianti convenzionati.
  • Previsione e Monitoraggio. Questa attività consiste nel controllare l'energia immessa in rete da fonti rinnovabili necessarie alla vendita di energia da parte del GSE con l'obiettivo di mantenere in equilibrio il sistema elettrico e i meccanismi di domanda e offerta di mercato.
  • Promozione e Comunicazione. Il GSE si occupa di promuove la sostenibilità ambientale tra i cittadini, imprese e enti locali attraverso iniziative (incontri, convegni e tavoli istituzionali), monitoraggio di progetti realizzati sul territorio nazionale e supporto agli enti locali.

Info GSE Pagamenti Il GSE ha l'obbligo di utilizzare e ricevere solo fatture in formato elettronico. Per maggiori informazioni sull'IBAN e i pagamenti informatici si rimanda al sito ufficiale.

Conto Termico GSE

Il Conto Termico rientra nell'insieme di incentivi stanziati dal GSE per incrementare l'efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili in edifici di medie-piccole dimensioni. Secondo le ultime modifiche (Allegato DM 16/02/2016 che ha modificato il D.M. 28/12/2012) i beneficiari sono principalmente le pubbliche amministrazioni, ma anche imprese e privati, che potranno accedere ai fondi per l'efficientamento energetico (pari a 900 milioni di euro annui) di cui 200 milioni riservati alle pubbliche amministrazioni e 700 milioni ai privati. Secondo il Conto Termico 2.0, i soggetti autorizzati a ricevere gli incentivi sono:

  • Le pubbliche amministrazioni al cui interno sono incluse le cooperative iscritte all'Albo nazionale delle società cooperative, gli ex Istituti Autonomi Case Popolari e i consorzi costituiti presso il Ministero dello Sviluppo Economico;
  • Soggetti privati che possono richiedere personalmente gli incentivi oppure tramite le ESCo (Società di Servizi Energetici) in possesso della certificazione, in corso di validità, secondo la norma UNI CEI 11352.

Gli interventi più comuni per i privati sono: l'installazione di pannelli solari termici e la sostituzione di caldaie, al fine di incrementare l'efficienza energetica all'interno dell'immobile, ridurre il costo dei consumi e ammortizzare la spesa nel breve-medio periodo.

Fotovoltaico GSE: lo Scambio sul Posto

Lo Scambio sul Posto del GSE è una particolare forma di autoconsumo che consente di compensare l’energia elettrica prodotta e immessa in rete in un certo momento con quella prelevata dalla rete e consumata in un momento differente. Ecco un esempio pratico per chiarire il suo funzionamento:

Un immobile con impianto fotovoltaico produce energia solare in condizioni metereologiche favorevoli. L'energia solare può essere consumata dagli abitanti della casa contestualmente alla sua produzione (in questo caso si parla di autoconsumo di energia), oppure se ad esempio l'abitazione è momentaneamente vuota e l'energia prodotta non consumata, quest'ultima può essere ceduta alla rete elettrica nazionale. Quando invece i pannelli fotovoltaici non sono in funzione, (di notte o durante una giornata di pioggia), il fabbisogno energetico può essere soddisfatto prelevando energia dalla rete, pagando la bolletta al fornitore con cui si è sottoscritto il contratto. L'energia ceduta alla rete e prelevata in un secondo momento viene detta scambiata ed è ricompensata dal GSE con un contro valore economico detto "contributo in conto scambio".

Attenzione: l'Autoconsumo di energia è sempre più conveniente rispetto all'immettere energia in rete. Mentre il costo totale della bolletta è il risultato di un insieme di voci (Spese per la Materia Energia, Spese per il Trasporto e la Gestione del Contatore, Spese per Oneri di Sistema, IVA) il GSE né rimborsa solo una parte, rendendo di fatto il contributo in conto scambio inferiore a quanto pagato nella fattura.

Come risparmiare sulla bolletta luce e gas? Per risparmiare sulla bolletta è importante scegliere un'offerta luce e gas conveniente e compatibile con le proprie abitudini di consumo. Per un'analisi professionale della tua bolletta contatta un esperto di energia prenota un appuntamento. Il servizio è gratuito e senza impegno!

Per attivare lo scambio sul posto è necessario contattare il servizio clienti GSE: l'attivazione è gratuita ed è cumulabile con la detrazione fiscale prevista per l'installazione del fotovoltaico. Per inviare la richiesta, i produttori possono:

  1. Inviare il modello unico al GSE contenente la realizzazione, la connessione e l'esercizio dell'impianto con simultaneo accesso allo scambio sul posto;
  2. Inviare la richiesta tramite il portale gse.it con successiva stipulazione del contratto con il GSE per la regolazione dello scambio.

Portale Autoconsumo Fotovoltaico GSE

Il Portale Autoconsumo Fotovoltaico è lo spazio digitale del GSE che consente a privati, imprese e pubblica amministrazione in procinto di installare pannelli fotovoltaici di ottenere informazioni sull'autoconsumo, effettuare simulazioni tecnico-economiche e ricevere informazioni sull'avvio dell'installazione.

  • Quali sono i vantaggi dell'Autoconsumo?
  • Risparmio in bolletta. Consumare energia autoprodotta consente di risparmiare sulle componenti della bolletta dipendenti dai propri consumi;
  • Agevolazioni fiscali per impianti fotovoltaici (detrazioni o credito d'imposta). Per le famiglie, la realizzazione di un impianto fotovoltaico sul tetto di un immobile rientra nell'ambito degli interventi di ristrutturazione edilizia, previsti dall'Agenzia delle Entrate, per l'accesso alle agevolazioni fiscali con una detrazione di ca. il 50% della spesa sostenuta. Le imprese invece, (tramite il credito d'imposta) possono maturare un credito nei confronti dello Stato pari al 6% delle spese sostenute. 
  • Riduzione delle emissioni di CO2 grazie all'impiego di energia solare.

Conto Energia GSE

Dal 6 luglio 2013, i produttori di energia tramite impianti fotovoltaici non possono più richiedere questo tipo di incentivo, quindi la sezione "GSE Conto energia" è dedicata a chi ha presentato richiesta prima di questa data.

Il Conto Energia è stato introdotto in Italia con la Direttiva comunitaria 2001/77/CE, poi recepita con l’approvazione del Decreto legislativo 387 del 2003. Questo meccanismo è diventato operativo con l’entrata in vigore dei Decreti interministeriali del 28/07/2005 e del 06/02/2006 (I° Conto Energia) che hanno introdotto il sistema di finanziamento in conto esercizio della produzione elettrica. Il Conto Energia era un incentivo statale che permetteva di ricevere un compenso per l’energia elettrica prodotta dal proprio impianto fotovoltaico per un periodo di 20 anni secondo alcune specifiche stabilite dal decreto. Il Conto Energia era costituito da un insieme di agevolazioni che il Gestore dei Servizi Energetici garantiva a chi utilizzava energia solare prodotta grazie all’installazione di pannelli fotovoltaici.

Come accedere all'Area clienti GSE? Info Login

Se sei già registrato al portale GSE, puoi accedere all'Area riservata digitando la User ID e la Password negli appositi campi. In alternativa, puoi cliccare sul pulsante "Entra con Spid" e utilizzare il tuo codice SPID (il Sistema Pubblico di Identità Digitale) per accedere.

GSE Area clienti: Come accedere o fare login (fonte: gse.it 24/08/2021)
GSE Area clienti: Come accedere o fare login (fonte: gse.it 24/08/2021)

 Se invece non sei registrato al portale GSE, clicca sul pulsante "Registrati" e segui l'iter per creare un nuovo account:

  1. Accetta l'informativa privacy del GSE S.p.A.;
  2. Inserisci i tuoi dati (nome, cognome, cod. fiscale, mail, cellulare);
  3. Convalida il tuo account, cliccando sul link che riceverei per posta elettronica.

Quali sono i servizi dell'Area clienti GSE?

Attraverso l'Area clienti GSE privati, imprese e pubbliche amministrazioni possono accedere a numerose funzionalità (come ad esempio: richiedere servizi, consultare pratiche già attive, modificare documenti e verificare lo stato dei pagamenti) specifiche per tipologia di utente. Nella tabella sottostante una sintesi dei principali servizi offerti dal portale online.

I principali servizi offerti dal Portale online di GSE
TIPOLOGIA UTENTE SERVIZI GSE
Privati
  • Autoconsumo
  • Rinnovabili elettriche
  • Efficienza energetica
  • Mercati energetici
  • Servizi digitali integrati
  • Registro del sistema nazionale di certificazione
Imprese
  • Autoconsumo
  • Fotovoltaico
  • Rinnovabili elettriche
  • Rinnovabili per trasporti
  • Efficienza energetica
  • Mercati energetici
  • Servizi digitali integrati
  • Registro del sistema nazionale di certificazione
Pubbliche amministrazioni
  • Sviluppo sostenibile dei territori 
  • Incentivi per la pubblica amministrazione
  • Formazione per la pubblica amministrazione
  • Assistenza individuale
  • Partner sul territorio

GSE: Dati del volume delle attività

Secondo il Bilancio del 2020, il volume delle attività del GSE può essere così sintetizzato:

  • Valore della produzione: 13.990,6 milioni di euro;
  • Margine operativo lordo: 22,1 milioni di euro;
  • Risultato operativo: 2,5 milioni di euro;
  • Utile netto: 7,4 milioni di euro.

Sul fronte dell'efficienza energetica i numeri sono i seguenti:

  • Rinnovabili elettriche: 4.243 milioni di euro;
  • Conto Termico: 323 milioni di euro;
  • Incentivi gestiti: 15,2 milioni di euro;
  • Biometano: 236 milioni Sm3.

La storia del GSE

La storia del GSE ha inizio nel 1999 a seguito del decreto Bersani con cui ha avuto inizio il processo di liberalizzazione del Mercato energetico in Italia. La prima società ad essere costituita è stata il GRTN (il Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale) che inizialmente si occupava delle attività di trasmissione e di dispacciamento dell'energia elettrica e solo marginalmente della promozione e incentivazione dell'efficienza energetica. Il 1° novembre 2005 il GRTN delega a Terna le sue principali responsabilità cambiando denominazione in Gestore dei Servizi Elettrici.

GSE: dove si trova le sede principale?

La sede principale del GSE si trova in Viale Maresciallo Pilsudski, 92, 00197 Roma RM. Qui di seguito la posizione esatta:

GSE lavora con noi: dove inviare la candidatura?

Per lavorare in GSE ed inviare la tua candidatura devi registrati al portale "Posizioni Aperte", creando il tuo profilo personale attraverso il form dedicato e allegando il tuo cv. Questo sistema consentirà agli addetti di valutare il tuo percorso formativo / professionale e il possesso o meno dei requisiti minimi per ricoprire la posizione desiderata. Per restare sempre aggiornato sulle novità legate al GSE puoi monitorare i canali ufficiali:

Aggiornato in data