Allacciamento luce e gas: costi, tempistiche, a chi rivolgersi

allaccio e volturaallaccio e voltura

INFO ATTIVAZIONI CONTATORE LUCE E GAS E VOLTURA

Servizio gratuito (lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 14)

Info luce gasInfo contatori luce gas

INFO ATTIVAZIONI CONTATORE LUCE E GAS E VOLTURA

Servizio gratuito (lun-ven dalle 8 alle 21 e sab dalle 9 alle 14)

Allacciamento luce e gas
Allaccio luce e gas: come funziona la procedura, quanto costa, quali sono le tempistiche? Rispondiamo a queste domande!

Quanto costa fare l'allaccio delle utenze di luce e gas? Quali sono le tempistiche? Rispondiamo a queste e ad altre domande: trovi tutto su come fare un allacciamento dell'energia elettrica e del contatore gas.


Ti sei appena trasferito/a, devi allacciare il tuo nuovo immobile alla rete dell'energia elettrica e del gas e non sai da dove cominciare? Non ti preoccupare! Trovi su questa pagina tutte le informazioni utili in merito, dai soggetti a cui inviare la richiesta di allaccio alle tempistiche e i costi.

Serve una mano con l'allaccio? In mancanza di una guida adeguata, attivare un'offerta per fare un allaccio può essere un procedimento complesso. Per questo motivo, gli esperti energia di Selectra saranno contenti di aiutarti a scegliere la tariffa luce e gas più adatta alle tue esigenze. Chiama il numero 02 829 580 99 02 829 580 99 02 829 580 99 02 829 580 99 ! Il servizio è gratuito e senza impegno.

Allaccio utenze luce e gas: a chi richiederlo?

Quando si parla di richieste di allaccio, sono due i soggetti a cui puoi rivolgerti: il fornitore e il distributore. Qual è la differenza fra i due? Semplice:

  • Fornitore: si tratta dell'azienda che ti vende la luce o il gas al dettaglio. Per fare richiesta di allaccio al fornitore dovrai prima sottoscrivere un contratto di fornitura e attivare quindi un'offerta. Una volta fatto questo, il fornitore farà da intermediario fra te e il distributore.
  • Distributore: si occupa di trasportare materialmente la materia prima nel tuo immobile. Se fai la richiesta di allaccio direttamente al distributore, questo si limiterà a mandare un tecnico per installare il contatore.

Le modalità di richiesta di allaccio possono variare da fornitore a fornitore e da distributore a distributore. In genere, quando contatti un fornitore devi specificare, all'attivazione dell'offerta, che sei senza contatore e che è necessario avviare una procedura di allacciamento.

Per quanto riguarda il distributore, dipende! In molti casi puoi semplicemente contattare il numero verde, in altri, come con E-Distribuzione, puoi fare una richiesta di nuovo allacciamento tramite l'area clienti.

Procedura allaccio luce: come si invia la richiesta?

Se devi fare un nuovo allaccio luce, hai bisogno di alcuni dati fondamentali. Li trovi tutti in tabella:

Dati richiesti Spiegazione
Potenza disponibile La potenza di un contatore luce si misura in kW (chilowatt). Generalmente, un contatore di una famiglia tipo ha una potenza 3kW, ma se il tuo immobile è particolarmente grande potresti aver bisogno di una potenza maggiore.
Indirizzo della fornitura Qui devi fare attenzione! Non è detto che l'indirizzo della tua nuova fornitura debba essere uguale a quello di residenza. Devi quindi specificare dove vuoi installare il contatore.
Numero di concessione edilizia Adesso nota come "permesso a costruire", la concessione edilizia ha un numero identificativo che devi presentare. Lo trovi nella documentazione relativa all'immobile; se non lo trovi, puoi richiederlo al comune.
Dati identificativi del cliente Nome, cognome, codice fiscale, indirizzo e-mail e numero di telefono.

Una volta raccolti questi dati, potrai contattare il fornitore che preferisci o il distributore locale della tua città per l'installazione del contatore. 

Allaccio abusivo Enel: ecco quali sono i rischi. Allacciarsi abusivamente all'energia elettrica di qualcun altro, oltre a essere una pratica disonesta è anche una pratica rischiosa. Per una casistica di questo tipo, si configura il reato di furto aggravato con mezzo fraudolento, e si rischia il carcere. Occhio!

Quanto tempo ci vuole per fare un allaccio elettrico?

Per fare un allaccio elettrico ci vogliono massimo 50 giorni lavorativi. Le tempistiche possono allungarsi in caso di operazioni complesse.

Quando si parla di allaccio della luce, bisogna tener conto delle diverse fasi che compongono la procedura. È dovere del distributore (che si occupa materialmente dell'installazione) concludere la pratica in massimo 50 giorni lavorativi. Queste tempistiche sono stabilite dall'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA), e sono uguali per tutti i fornitori e distributori. 

Se vuoi sapere più nello specifico quali sono le tempistiche nel dettaglio, trovi un elenco numerato che ti spiega l'iter preciso:

  1. Se la richiesta è fatta al fornitore, questo trasmette al distributore la domanda di installazione contatore entro 2 giorni lavorativi.
  2. Il distributore ha 20 giorni lavorativi di tempo per inviare al cliente un preventivo, che è valido per tre mesi. Ti consigliamo di accettarlo il prima possibile per non allungare le tempistiche.
  3. Una volta accettato il preventivo, il distributore procede con i lavori per allacciare l'immobile alla rete nazionale di energia elettrica. Se l'intervento è semplice, la pratica viene conclusa entro 10 giorni lavorativi.
  4. Se i lavori risultano complessi, i tecnici del distributore possono allungare le tempistiche fino a 50 giorni lavorativi massimi.

Poiché si tratta di una procedura particolarmente lunga, ti consigliamo di muoverti per tempo qualora tu voglia traslocare in una nuova casa sprovvista di contatore.

Quanto costa un nuovo allaccio luce?

Un nuovo allaccio luce costa fino a 452,27€ + IVA. Nel caso di utenti domestici, tuttavia, i costi potrebbero risultare più contenuti, ammontando a circa 286€.

L'allaccio è, fra tutte le procedure legate all'utenza luce, quella sicuramente più costosa. Rispetto alle altre pratiche, infatti, vanno impiegati dei tecnici, vanno fatti sopralluoghi dettagliati e vanno rispettate rigide norme di sicurezza per l'installazione dei contatori.

Per un utente tipo, dunque, il costo ammonta fino a 452,27€ + IVA, a causa di una quota fissa, rappresentata di costi amministrativi spettanti al distributore, e due quote variabili, ovvero la distanza dalla cabina di trasformazione più vicina e la potenza del contatore. Un utente medio, tuttavia, dovrebbe spendere circa 286€.

Trovi i costi più nel dettaglio in tabella.

Il costo dell'allacciameno della luce

Quota Descrizione Quanto costa
Quota fissa Versato a copertura dei costi amministrativi sostenuti dal distributore per realizzare l’allacciamento 25,20€

Quota potenza

Dipende dalla potenza disponibile richiesta dal cliente.

71,32 €/kW disponibile

Quota distanza

Dipende dalla distanza in linea d’aria tra l’utenza da allacciare e la cabina di trasformazione di riferimento (in servizio di 5 anni almeno)

  • Quota fissa fino a 200 metri o, indipendentemente dalla distanza effettiva in caso di casa di residenza: 189,71€;
  • Quota aggiuntiva da 200 a 700 m: per ogni 100 m 94,71€;
  • Quota aggiuntiva da 700 a 1.200 m: per ogni 100 m 188,95€;
  • Quota aggiuntiva oltre 1.200 m: per ogni 100 m 377,89€.

Allaccio Enel contatore esistente: quanto costa? Se hai già un contatore installato (che ti ricordiamo non essere legato a Enel, ma al distributore locale della tua zona), non dovrai fare un allaccio, ma un'attivazione. In questo caso il costo è di 50€, di cui circa la metà sono costi amministrativi.

Domande Frequenti su Allaccio Luce

Quanto costa fare l'allaccio luce?

L'allaccio luce costa fino a 452,27€ + IVA.

Come richiedere l'allaccio della luce?

Puoi richiedere l'allaccio luce contattando il tuo fornitore o il tuo distributore locale.

Quanto tempo ci vuole per l'allaccio luce?

Per l'allaccio luce ci vogliono massimo 50 giorni lavorativi.

Allaccio gas: come inviare la richiesta?

Anche per l'allacciamento gas, avrai bisogno di alcuni dati fondamentali per la richiesta. Li trovi tutti in tabella con una breve spiegazione.

Allaccio Gas: Dati Richiesti e Spiegazione
Dati richiesti Spiegazione
Uso per cui si richiede il gas Nel caso del gas, è importante specificare l'utilizzo che si farà della materia prima, per esempio cottura cibi, acqua calda, riscaldamento.
Indirizzo della fornitura Non è detto che l'indirizzo della tua nuova fornitura debba essere uguale a quello di residenza. Devi quindi specificare dove vuoi installare il contatore del gas.
Dati catastali dell'immobile Si tratta dei codici di riferimento identificativi di un immobile, e vengono comunicati al possessore tramite la visura catastale, un documento rilasciato dall'Agenzia delle Entrate.
Dati identificativi del cliente Nome, cognome, codice fiscale, indirizzo e-mail e numero di telefono.

Una volta raccolti tutti i dati utili, potrai contattare il fornitore con cui vuoi attivare l'offerta o il tuo distributore locale, se ti serve soltanto installare il contatore.

Allacciamento gas: quali sono le tempistiche?

Per fare un allacciamento gas ci vogliono fino a 60 giorni lavorativi. Le tempistiche possono allungarsi in caso di operazioni complesse.

Anche per l'allacciamento del gas, le tempistiche di completamento della procedura richiedono tanti giorni, poiché si tratta di una pratica complessa e che richiede l'intervento di un tecnico per un sopralluogo. È compito del distributore locale, dunque, concludere la procedura entro 60 giorni lavorativi. Queste tempistiche sono stabilite dall'ARERA, e non possono essere modificate.

Se vuoi conoscere più nello specifico le tempistiche dell'allaccio gas, puoi consultare l'elenco numerato che abbiamo preparato per te.

  1. Se fatta richiesta al fornitore, entro 2 giorni viene inoltrata la richiesta al distributore.
  2. Anche nel caso del gas, va inviato un preventivo al cliente. Le tempistiche sono di fino a 15 giorni lavorativi per lavori semplici e fino a 30 giorni per lavori complessi.
  3. Una volta accettato il preventivo, il distributore procede con i lavori per allacciare l'immobile alla rete nazionale del gas. Se l'intervento è semplice, la pratica viene conclusa entro 10 giorni lavorativi.
  4. Se i lavori sono particolarmente complessi, la procedura si allunga fino a 60 giorni lavorativi.

Anche la procedura di allaccio gas è molto lunga. Se quindi ti stai trasferendo in un immobile nuovo e devi fare installare un nuovo contatore gas, ti consigliamo di muoverti per tempo. 

Allaccio gas: qual è il costo?

L'allaccio del gas è una procedura molto esosa, e può arrivare a costare anche 900€.

A differenza della luce, i fattori che stabiliscono il prezzo dell'allaccio gas possono cambiare di molto a seconda dalla zona in cui ti trovi. Il distributore locale, infatti, cambia a seconda della città e, nel caso dell'installazione di un contatore gas, può stabilire tariffe diverse a seconda della difficoltà dell'intervento e di altri fattori.

In ogni caso, la procedura può arrivare a costare anche 900€. Ti invitiamo a informarti con il tuo distributore locale e a farti mandare un preventivo dettagliato qualora tu voglia effettuare un allacciamento gas.

Costi allacciamento acqua: a quanto ammontano? Se devi allacciare il tuo immobile al servizio idrico locale, dovrai spendere dai 1000 ai 1500€. Le modalità di pagamento variano solitamente da distributore a distributore. Ti consigliamo di muoverti con largo anticipo per questa procedura, perché può durare anche un mese.

Allaccio utenze luce e gas: tutti i fornitori su Punti Energia

Vuoi fare un allaccio con un fornitore specifico? Trovi in tabella tutte le guide presenti al riguardo su puntienergia.com! Se, invece, hai bisogno di un consulente che ti aiuti a scegliere gratuitamente l'offerta migliore per le tue esigenze, puoi chiamare il numero 02 829 580 99 02 829 580 99 02 829 580 99 02 829 580 99 . Un esperto Selectra sarà contento di guidarti, senza alcun impegno da parte tua!

Se invece sei interessato/a ad altre pratiche, puoi consultare le nostre guide su come fare una voltura o su come fare un subentro.

Aggiornato in data