allaccio e volturainfo allaccio e voltura=

ATTIVA UN CONTRATTO IN 10 MINUTI !

Scopri le 3 migliori offerte luce e gas o prendi un appuntamento per essere ricontattato.

Il Servizio Elettrico Nazionale (SEN) chiude con la fine del Tutelato?

Il Servizio Elettrico Nazionale sta per andare in pensione insieme al Mercato tutelato. Scopri di cosa si tratta e cosa fare? Trovi anche i vantaggi e alcune delle migliori tariffe luce e gas disponibili nel Mercato libero.
Il Servizio Elettrico Nazionale sta per andare in pensione insieme al Mercato tutelato. Scopri di cosa si tratta e cosa fare? Trovi anche i vantaggi e alcune delle migliori tariffe luce e gas disponibili nel Mercato libero.

La fine del Mercato tutelato è prevista per gennaio 2023. Entro questa data, anche tutti i fornitori che vi operano, come il Servizio Elettrico Nazionale (l'ex Enel Servizio Elettrico) chiuderanno i battenti definitivamente. Ma cosa significa per i consumatori finali e cosa succederà? Tutte le risposte nell'articolo.


Mercato tutelato e Servizio Elettrico Nazionale: di cosa si tratta?

Prima di scendere nel dettaglio delle sorti del mercato tutelato e di conseguenza del Servizio Elettrico Nazionale, è bene interrogarsi su cosa siano esattamente.

Il servizio di maggior tutela, noto anche semplicemente come mercato tutelato, è la forma di mercato dove i clienti possono attivare una fornitura di energia alle condizioni economiche e contrattuali stabilite dall'ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) e soggette a possibile aggiornamento ogni tre mesi. Ad oggi, il mercato tutelato coesiste con il mercato libero, la forma di mercato caratterizzata dal principio di libera concorrenza tra le imprese, dove i consumatori possono scegliere in autonomia a quale fornitore rivolgersi e a che condizioni economiche contrattuali. A partire da gennaio 2023, il Mercato libero sarà l'unica struttura di mercato a rimanere operativa in Italia, mentre il mercato tutelato chiuderà definitivamente e con lui, tutti gli operatori in esso attivi.

Infatti a partire da agosto 2018, sono stati approvati diversi emendamenti per fissare la chiusura definitiva del servizio di maggior tutela, progressivamente posticipata, prima al 1 luglio 2020, poi al 2022 per poi slittare a gennaio 2023 (attualmente valida) con il nuovo decreto milleproroghe 2021. Il motivo di tale rinvii è in parte giustificato dal timore e dalla poca consapevolezza dei consumatori finali e dai dubbi circa le sorti degli utenti che entro la data definitiva, non avranno ancora lasciato in autonomia il mercato di maggior tutela per passare a quello libero.

Servizio Elettrico Nazionale: cos'è e quanti sono i suoi clienti?

I fornitori attivi nel mercato tutelato possono offrire tariffe luce e gas uniche per tutti i consumatori in quanto il prezzo dell'energia è stabilito dall’Autorità e soggetto a possibile aggiornamento ogni trimestre. Nè consegue che il prezzo dell'energia applicato da ciascuno venditore è lo stesso e presenta le medesime condizioni economiche contrattuali stabilite dall'alto.

Il Servizio Elettrico Nazionale (abbreviato in SEN) è una delle società più diffuse in questo ambito. 

Attenzione alle differenze Su questo punto è importante non fare confusione tra il Servizio Elettrico Nazionale (ex Enel Servizio Elettrico) ed Enel Energia. Seppure entrambe siano società facenti parte del Gruppo Enel, il primo si occupa di vendere l’energia elettrica alle tariffe imposte dal mercato tutelato, la seconda invece opera liberamente nel mercato libero.

Questa distinzione si deve al cosiddetto processo di unbundling, uno dei passaggi sanciti nel processo di liberalizzazione del mercato libero dalla delibera 296/2015/R/COM - 22/06/15. L'unbundling (che puoi tradurre con i termini spacchettamento o separazione) stabilisce che ogni gruppo debba distinguere in maniera chiara ogni società a seconda del suo ruolo. Nel caso di Enel abbiamo: SEN per il Mercato Tutelato, Enel Energia per quello libero, E-distribuzione per la distribuzione fisica dell'energia.

Il Servizio Elettrico Nazionale è al momento, è lo sarà probabilmente fino alla sua scomparsa, il principale fornitore di energia elettrica all'interno del mercato tutelato. Con oltre l'80% dei clienti, il SEN detiene in modo assoluto la maggioranza delle utenze del servizio di maggior tutela. Questa capillare diffusione, rende anche delicato il passaggio al mercato libero, ragione alla base delle continue proroghe alla chiusura del mercato tutelato vissute in questi anni.

Mercato tutelato: quando chiude e perché?

Il prossimo gennaio 2023 il mercato tutelato chiuderà definitivamente. La chiusura è stata sancita dal governo, nell'ottica della creazione di un Mercato Unico dell'Energia per l'Unione Europea.

La storia della fine del mercato tutelato è iniziata alla fine degli anni novanta. Con il decreto Bersani, il mercato dell'energia italiano ha avviato un lento percorso di liberalizzazione delle attività legate alla produzione e vendita dell'energia elettrica. Questo ha permesso ai fornitori di iniziare a operare a prezzi liberi, senza imposizioni dell'ARERA.

In questo percorso di liberalizzazione si stabilì anche la fine del mercato tutelato, come ultimo passo prima della completa liberalizzazione. Un traguardo che però è stato posticipato di volta in volta, arrivando alla definitiva data del gennaio 2023 per gli utenti domestici.

Per le aziende che rientrano nel mercato tutelato invece, questa data è stata già raggiunta. A partire dal 1° Gennaio 2021, infatti, le PMI che avevano i requisiti per aderire al servizio di maggior tutela hanno dovuto provvedere al cambio di fornitore e passare dunque al mercato libero


Fine mercato tutelato: Data prevista per ogni tipologia di utenza
TIPO UTENZA REQUISITI DATA FINE TUTELATO*
AZIENDA (PMI)  Tra 10 50 dipendenti e fatturato annuo tra 2 e 10 milioni di €, oppure potenza impegnata del punto prelievo maggiore a 15kW. gennaio 2021
CLIENTI DOMESTICI E MICROIMPRESE Famiglie, consumatori singoli, associazioni e microimprese che non rientrano nei requisiti citati sopra. gennaio 2023

*Il servizio a tutele graduali (delibera ARERA 491/2020/R/eel) sarà rivolto alle aziende (PMI) a partire da gennaio 2021. Le caratteristiche e i requisiti di tali aziende sono definiti in accordo alla definizione comunitaria vigente in materia e riportati in tabella.

Sei un cliente SEN? Ecco cosa devi fare

Se sei un cliente del Servizio Elettrico Nazionale (ex Enel Servizio Elettrico), dopo aver letto i precedenti paragrafi, saprai che la data da segnare in calendario è quella del gennaio 2023. Sicuramente c'è ancora tempo, ma non per questo devi attendere gli ultimi giorni prima della chiusura. Data la fine del mercato tutelato, se ti stai chiedendo cosa succede ora, la risposta è molto semplice: devi cambiare fornitore.

Molti affrontano il cambio di fornitore con ansia e preoccupazione, in realtà, grazie proprio all'avvento del mercato libero, anche questo processo è divenuto particolarmente semplice. Oggi cambiare il proprio fornitore non è più complicato di cambiare il proprio gestore telefonico, puoi farlo molto facilmente online, ma più avanti avrai modo di leggere il procedimento passo passo così che tu non possa sbagliare.

Prima però di procedere nel cambio del tuo fornitore, dovrai prima consultare le offerte delle principali società dell'ambito. Qui di seguito avrai modo di confrontare alcune tra le proposte migliori attualmente in corso. 

Quali sono le Offerte luce e gas di Enel Energia?

Se sei un cliente del Servizio Elettrico Nazionale, il passaggio più naturale è quello a Enel Energia, l'altra società del Gruppo Enel attiva nel mercato libero con numerose tariffe (come Enel E-Light, Enel Scegli Oggi, Enel Ore Free Luce, Enel Speciale 50) pensate e calibrate in ottica cliente, ovvero adattabili alle diverse esigenze di consumo.

E-Light luce e gas (ad esempio) è il nome dell'offerta web di Enel Energia. Il nome fa intendere che sia qualcosa di digitale, infatti la sua attivazione è possibile solo online, con la domiciliazione su conto bancario come modalità di pagamento. Il principale vantaggio di questa offerta è il prezzo bloccato per un anno (ricordiamo che con SEN il prezzo energia può subire incrementi / diminuzioni ogni 3 mesi). Dopo i primi 12 mesi il prezzo può variare, ma sarà sempre debitamente comunicato.

Offerta Enel E-Light Luce e Gas 2021
NOME OFFERTA PREZZO €/kWh - €/Smc e SPESA MENSILE* VANTAGGI
Enel E-Light Luce e Gas
Enel
Luce F0 0,085
Gas 0,28
Luce 33,9 €/mese
Gas 55,2 €/mese
Prezzo bloccato 1 anno, tariffa più conveniente di Enel con Bolletta web.
Parla con noi Gratis Scopri l'offerta Enel LUCE Scopri l'offerta Enel GAS

*La spesa mensile è calcolata con un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.



Per maggiori informazioni sull'offerta E-Light luce e gas e le altre principali tariffe di Enel, leggi gli articoli dedicati. In alternativa, qui di seguito puoi trovare altre valide soluzioni energetiche.

Offerta Luce e Gas di NeN

Una nuova realtà imprenditoriale, che in pochissimo tempo è riuscita a guadagnare risalto e attenzione grazie a offerte dal prezzo energia conveniente e facili da gestire. Vediamo nel dettaglio qual è la ragione dietro il successo di NeN.

Prezzo e Vantaggi di NeN Special 48
NOME OFFERTA PREZZO €/kWh - €/Smc e SPESA MENSILE* VANTAGGI
NeN Special 48
nen

Luce: 0,092
Gas: 0,31

Luce 34,7 €/mese
Gas 62,9 €/mese
Rata costante 12 mesi, sconto fino a 96 €/anno (48€ a utenza), energia elettrica 100% Green, azzeramento impronta CO2.
Scopri l'offerta (sconto 96€!) Scopri l'offerta (sconto 96€!)

*La spesa mensile è calcolata con un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Tra le offerte più convenienti del mercato libero, c'è sicuramente quelle di NeN Energia che è diventata popolare grazie all'innovativo concetto di "energia in abbonamento" tradotto nella pratica da una rata fissa mensile.

Al pari di un abbonamento telefonico, o di un servizio in streaming, NeN propone ai suoi clienti di pagare un fisso mensile che varia in base al consumo stimato dell'utente. Per sottoscrivere un contratto con NeN Energia, infatti, dovrai caricare sul sito una bolletta di recente emissione dalla quale il sistema potrà calcolare i consumi stimati per un anno e basare su questi il calcolo della quota fissa mensile (12 rate di pari importo per un anno intero di energia). Solo al termine del primo anno di fornitura, NeN provvederà a effettuare un cotrollo sui consumi effettivi e (nel caso di eventuali differenze) a ricalcolare la quota mensile, previa comunicazione al cliente.

Questa caratteristica molto interessante di NeN ci mostra già il primo vantaggio del mercato libero, ovvero il prezzo fisso. Nel mercato tutelato infatti il prezzo varia ogni 3 mesi, non consentendoci di pianificare in modo schematico le nostre spese.

Offerta Luce e Gas di Sorgenia

Sorgenia è una delle società del mercato libero più attente alle energie rinnovabili e green. Una nota interessante quando si va a parlare di possibili contratti da sottoscrivere.

Offerta Next Energy: Sorgenia Luce e Gas
NOME OFFERTA PREZZO €/kWh - €/Smc e SPESA MENSILE* VANTAGGI
Sorgenia Next Energy Luce e Gas
sorgenia
Luce: 0,067
Gas: 0,28
Luce 30,4 €/mese
Gas 54,6 €/mese
Prezzo basso fisso per 1 anno, Buono Amazon 100€ solo se attivi oggi luce e gas, Bonus 60€ in bolletta se porti un Amico in Sorgenia.
Scopri l'offerta (richiedi Buono Amazon) Parla con noi

*La spesa mensile è calcolata con un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

L'offerta Next Energy di Sorgenia, oltre ad essere caratterizzata da prezzi luce e gas competitivi, presenta numerosi vantaggi (o bonus) per i suoi clienti come:

  1. Il bonus sugli e-commerce per il quale, se attivi due forniture, una per la luce e una per il gas, avrai 100 euro di buono Amazon;
  2. Bonus porta un amico che invece prevede per ogni parente, amico o persona che seguirà il tuo consiglio e sottoscriverà un nuovo contratto con Sorgenia, un corrispettivo di 30 euro a singola utenza attivata, fino a un massimo di 100 inviti.

Altri fattori interessanti dietro la scelta dell'offerta Sorgenia, sono l'impegno "full digital" dell'azienda che cerca di creare una gestione della tua fornitura completamente online. Questa idea, oltre a semplificare di gran lunga la gestione, si ricollega all'ideologia green di Sorgenia che, tra i vari vantaggi, fornisce energia da fonti rinnovabili, assicurata con le garanzie d'origine, che ne certificano l'effettiva provenienza.

Offerta Eni gas e luce

Eni, uno dei Gruppi più noti nell'ambito energetico italiano, è presente nel Mercato libero con Eni gas e luce, il fornitore di luce e gas, nato nel 2017 e ad oggi valido concorrente dei precenendi marchi.

Prezzo e Vantaggi di Eni Link Luce e Gas
NOME OFFERTA PREZZO €/kWh - €/Smc e SPESA MENSILE* VANTAGGI
Eni Link Luce e Gas
eni
Luce F0: 0,057
F1: 0,061
F23: 0,055
Gas: 0,23
Luce 31,5 €/mese
Gas 53,6 €/mese
Prezzo scontato al 20% il 1° anno se scegli RID e bolletta web, e bloccato per 2 anni.
Scopri l'offerta Parla con noi

*La spesa mensile è calcolata con un consumo di 1800 kWh/anno per la luce e 800 Smc/anno per il gas ad uso riscaldamento di una famiglia di 3 persone.

Il principale vantaggio dell'offerta web Link di Eni gas e luce è lo sconto del 10% il primo anno di fornitura sul prezzo energia e un altro 10% per due anni se attivi la domiciliazione bancaria e la Bolletta web. La tariffa inoltre comprende: l'opzione energia verde (energia elettrica 100% green e compensazione della CO2 prodotta finanziando progetti di conservazione forestale) e l'area clienti MyEni, accessibile anche da app mobile.

Come passare al mercato libero e quali sono i vantaggi?

Qui sopra hai avuto modo di vedere quattro tra le migliori offerte del mercato libero disponibili al momento. Se vuoi approfondire ancora, ti suggeriamo il nostro articolo: Le 3 Migliori Offerte Luce e Gas di Settembre 2021

Non sai quale offerta luce e gas attivare? Rivolgiti a un esperto di energia prenota un appuntamento che ti aiuterà in ogni momento, dalla ricerca della tariffa per te più idonea, alla sottoscrizione in sicurezza del contratto. Il servizio è gratuito e senza impegno.

Sono molti infatti coloro che rimandano questo momento per paura della burocrazia o delle perdite di tempo. In realtà il passaggio al mercato libero è semplicissimo e ti servirà comunicare pochissimi dati. Scelta l'offerta e comunicati i tuoi dati, non dovrai fare più altro. Sarà il nuovo fornitore a occuparsi di tutta la burocrazia noiosa, mentre tu dopo qualche settimana inizierai a ricevere le bollette intestate al prossimo gestore.

I dati che potranno servirti per il cambio fornitore sono:

  • Dati Anagrafici dell'intestatario della fornitura;
  • Dati della fornitura, tipologia di utenza, codice POD per l'energia elettrica, codice PDR per il gas (tutte queste informazioni sono facilmente rintracciabili in bolletta);
  • Indirizzo di fornitura e indirizzo di fatturazione se diverso dal primo;
  • Indirizzo di posta elettronica, importantissimo per la ricezione delle bollette tramite e-mail;
  • Codice IBAN, nel caso decidessi di attivare il RID come metodo di pagamento.

Articoli correlati

Quali sono i Vantaggi di passare al mercato libero?

Già analizzando le offerte e anche le stesse modalità di passaggio, si comprendono molti dei vantaggi del mercato libero. Per la tua comodità però, li trovi elencati qui di seguito, di modo che tu possa avere un quadro immediato dei vantaggi di questa scelta, che ricordiamo dovrai fare entro il gennaio 2023.

  1. Il passaggio al mercato libero è completamente gratuito;
  2. Il passaggio non prevede interventi tecnici da parte di operatori;
  3. Il passaggio non prevede interruzioni della fornitura, potrai tranquillamente proseguire nella tua vita quotidiana;
  4. Il mercato libero prevede tariffe più vantaggiose e spesso bloccate per lunghi periodi (ricordiamo che nel mercato tutelato il prezzo si aggiorna ogni tre mesi);
  5. Il mercato libero consente varie operazioni quali: sconti, bonus, programmi fedeltà;
  6. Nel mercato tutelato non è possibile avere lo stesso fornitore per luce e gas, nel mercato libero questo è possibile.

Come vedi i vantaggi sono estremamente considerevoli. A questi aggiungiamo un generale risparmio nelle tariffe, che potrebbero portarti a salvare cifre considerevoli ogni anno.

Enel Servizio Elettrico Nazionale: quali sono i contatti?

Infine è opportuno indicare alcuni riferimenti per il contatto del Servizio Elettrico Nazionale, di modo che tu possa in autonomia rivolgerti al tuo fornitore per eventuali domande e chiarimenti. 

Sebbene sia in fase di chiusura, il Servizio Elettrico Nazionale mette a disposizione dei propri clienti vari mezzi di comunicazione e contatto che elenchiamo di seguito:

  1. Servizio Elettrico Nazionale Area clienti. Come per molti altri fornitori, anche in questo caso hai un’area clienti dove poter svolgere varie operazioni, come ad esempio contattare l’assistenza, e molto altro ancora.
  2. Servizio Elettrico Nazionale numero verde. Oltre all’area riservata, avrai a disposizione un numero verde l’800.900.800. Potrai contattarlo per varie esigenze, dal lunedì alla domenica, dalle 7 alle 22. 
  3. Servizio Elettrico Nazionale App. Il numero verde che abbiamo appena indicato è utilizzabile anche dalle persone con problemi di udito. Questo è possibile grazie all’applicazione Pedius, che consente alle persone sorde di effettuare chiamate telefoniche in completa autonomia.
  4. Numero per cellulare. Se vuoi chiamare dal tuo smartphone e dunque non da un telefono fisso, il numero da comporre è il 199.50.50.55. Il costo della chiamata dipenderà dal tuo operatore telefonico e dalla tariffa da te sottoscritta.
  5. Numero per assistenza dall’estero. In caso di necessità puoi contattare l’assistenza clienti del Servizio elettrico Nazionale anche dall’estero, grazie al seguente numero di telefono +39.02.30.172.011. Anche in questo caso, il costo della chiamata è a tuo carico e dipenderà dal tuo operatore.

Servizio Elettrico Nazionale guasti: chi si contatta? 

Per questa particolare situazione, ti può essere utile un approfondimento più dettagliato. Infatti nel caso di guasti al tuo sistema o al tuo contatore ad esempio, contattare il Servizio Elettrico Nazionale sarà inutile. O al massimo ti indirizzeranno al contatto corretto.

In queste circostanze, infatti, non dovrai contattare il Servizio Elettrico Nazionale, ma il tuo distributore di zona come ad esempio E-distribuzione, società facente parte del Gruppo Enel (insieme al SEN e a Enel Energia che però sono fornitori). 

La differenza tra fornitori e distributori può essere a volte piuttosto sottile per chi non è esperto dell’ambito, ma è facile da comprendere. Il fornitore è colui che si occupa di venderti l’energia elettrica e il gas, il distributore è invece colui che si occupa di portare questa risorsa alla tua casa.

In una metafora potremmo dire che il fornitore è l’eCommerce da cui acquisti un prodotto, il distributore è il corriere che te lo consegna a casa. In caso di problemi con la consegna sicuramente potrai sentire l’eCommerce, ma questo ti rimanderà sempre al corriere.

Per questo motivo dunque, nel caso di problemi ai tuoi impianti, guasti e altri problemi simili dovrai contattare il tuo distributore di zona. Se non conosci i contatti del tuo distributore locale, ti consigliamo di visitare il nostro approfondimento a riguardo.

Servizio Elettrico Nazionale: domande frequenti

Come avrai avuto modo di leggere finora, con il cambiamento che avverrà entro gennaio 2023 il Servizio Elettrico Nazionale chiude definitivamente. Tuttavia è abbastanza comune che certi cambiamenti portino a molta confusione, per questo motivo, oltre all’approfondimento precedente, qui troverai alcune domande frequenti con le loro rispettive risposte.

Domande frequenti

Quanto costa cambiare fornitore?

Entro il gennaio 2023 le famiglie e consumatori singoli (rimasti nel Mercato tutelato) dovranno cambiare il proprio fornitore di energia. Il passaggio non avrà alcun costo per te, inoltre sarà il nuovo fornitore a occuparsi dell’iter burocratico comunicando i dati necessari al precedente fornitore.

Sono un cliente del Servizio Elettrico Nazionale, devo necessariamente contattare Enel Energia?

Enel Energia è il corrispettivo sul mercato libero del Servizio Elettrico Nazionale, ciò però non significa che tu debba obbligatoriamente rivolgerti a loro. Puoi tranquillamente guardarti attorno e trovare un fornitore che soddisfi al meglio le tue esigenze.

Avrò interruzioni della luce o del gas?

Assolutamente no. Il cambio di fornitore è essenzialmente una procedura burocratica, che poco ha a che fare con la parte tecnica dell’impianto. Il tuo nuovo fornitore si premurerà di comunicare tutti i dati al suo predecessore, mantenendo inalterata l’erogazione del servizio.

Servizio elettrico nazionale voltura, coma farla?

Anche nel mercato tutelato è possibile contattare il fornitore con cui sono attive le utenze e richiedere una voltura per cambiare il nome dell'intestatario del contratto (senza incorrere in interruzioni del servizio). Se questo è il tuo caso, leggi l'articolo di dettaglio: "Come fare la voltura con il servizio elettrico nazionale?".

Qual è il vantaggio del passaggio al mercato libero?

Come descritto in precedenza, il mercato libero consente di avere prezzi molto diversi tra i fornitori e pensati appositamente per le tue esigenze. Con il mercato tutelato, inoltre, il prezzo variava ogni tre mesi, mentre nel mercato libero molte offerte prevedono un prezzo bloccato per più anni consecutivi (quanto previsto da contratto). Questo è estremamente comodo per chi vuole pianificare le proprie spese con largo anticipo e non trovarsi mai impreparato.

Aggiornato in data