Tegole fotovoltaiche: cosa sono, che vantaggi portano e quali sono i loro costi

Aggiornato in data
minuti di lettura

Innalzamento del livello del mare, eventi meteorologici estremi, inondazioni, siccità e tempeste sono solo alcune delle ripercussioni che a livello mondiale si registrano a causa dei cambiamenti climatici.

Alla base, le grandi quantità di gas prodotte dalle innumerevoli attività umane -agricoltura, industria, riscaldamento e trasporti- che ancor oggi prevedono un uso massivo di combustibili fossili, responsabili di rilasciare inquinanti nocivi per l’ambiente e la salute.

Ecco perché l’attuale modello energetico (e di sviluppo), basato su petrolio, carbone, uranio e gas naturale -che divengono peraltro sempre più scarsi, e dunque costosi in termini economici, sociali e ambientali- NON è più sostenibile.

Bisogna che fonti energetiche rinnovabili come solare, eolico, idroelettrico, geotermico siano le uniche energie adoperate.

Tuttavia, queste non sarebbero sufficienti a sostenere lo stile di vita dei paesi occidentali.

Per cui è necessario, al contempo, modificare le nostre case, i trasporti, il modo di produrre e consumare, il rapporto con la natura, puntando al risparmio e all’efficienza energetica.

Cosa sono esattamente le tegole fotovoltaiche

Sono questi i dettami alla base di una serie di innovazioni, che riguardano anche il settore dell’energia proveniente dal sole.

Se ai più sono noti i pannelli solari, non tutti conoscono invece le tegole fotovoltaiche.

Si tratta di speciali tegole che presentano il medesimo funzionamento di un impianto fotovoltaico.

La loro caratteristica principale è il rivestimento di celle solari: per lo più in silicio mono o policristallino, assorbono i raggi solari e li trasformano in energia elettrica.

Le celle possono essere integrate nella superficie della tegola, oppure rivestite interamente da uno strato di film sottile che le rende più scure rispetto alle tegole classiche.

I mini-pannelli solari modulari sono collegati tra loro in serie, grazie alla presenza di appositi cavi che poi conducono l’energia acquisita a un inverter per essere utilizzata.

Vengono installate una di fianco all’altra per coprire l’intera superficie del tetto o solo alcune porzioni.

Perché installare le tegole fotovoltaiche

Perché rappresentano una soluzione estetica più gradevole rispetto ai pannelli fotovoltaici.

Garantiscono infatti un’integrazione perfetta con la copertura, essendo disponibili (generalmente) nei medesimi colori e materiali di queste.

Dunque, sono la risposta in tutti quei casi in cui sussistano vincoli paesaggistici –e ricordiamo che in Italia quasi il 40% del territorio è sottoposto a rigide norme di settore.

Ma pure laddove, per la natura del tetto, non sia possibile agganciare i moduli solari: i pannelli fotovoltaici soffrono nelle zone in cui le precipitazioni, specie a carattere nevoso, appesantiscono le strutture compromettendone l’efficacia, mentre le tegole sono adatte a qualsiasi tipo di tetto tradizionale con inclinazione dai 5 ai 60 gradi.

Senza trascurare altri vantaggi:

  • le dimensioni ridotte: possono posarsi su superfici molto elevate
  • l’impermeabilità: garantiscono protezione dalla pioggia, dal vento e da qualunque agente atmosferico
  • l’isolamento termo-acustico
  • il risparmio: ottenibile con le detrazioni fiscali
  • la facilità d’installazione: non sono richiesti ponteggi o particolari strutture, essendo in tutto e per tutto simile alla posa delle tegole tradizionali
  • la riciclabilità
  • la facile rimozione: in caso di rottura di un elemento non è necessario disfare tutta la fila, ma è sufficiente rimuoverla e sostituirla
  • l’estrema resistenza: fino a 3 volte più solide di quelle in ceramica. 

Quanta energia si riesce a produrre con le tegole fotovoltaiche

Di solito una singola tegola ha una potenza di 100 Wp (watt di picco).

Dunque, per coprire il fabbisogno energetico di una famiglia di 4 persone – che consuma all’incirca 2.700 kWh di energia all’anno- sono necessarie almeno 500 tegole.  

Quanto costano le tegole fotovoltaiche

E qui si arriva alle dolenti note!

Il costo di una singola tegola può variare a seconda della tipologia, oscillando tra i 50 e 100 euro.

Se si considera l’impianto medio di cui sopra, occorreranno circa 500 tegole.

Ciò significa che la spesa iniziale varia tra i 25 e i 50 mila euro, a cui dovranno aggiungersi i costi di installazione e quelli di manutenzione -ben più laboriosa rispetto a quella richiesta dai pannelli. 

Forme e materiali delle tegole fotovoltaiche

I costi variano perché, come preannunciato, cambiano le tipologie:

  • a celle o marsigliesi: sulla superficie di una tegola in cotto o laterizio sono inserite una serie di celle fotovoltaiche, protette da un vetro per evitarne il deterioramento
  • a coppi o portoghesi: tegole di cotto rivestite da pannelli solari flessibili di silicio amorfo
  • trasparenti: progettate per assorbire la radiazione ultravioletta e infrarossa, sono realizzate in PVC, vetro o policarbonato; i Sali organici trasparenti della loro superficie sono in grado di far passare i raggi solari che vengono trasferiti sul bordo del coppo, in corrispondenza di una striscia apposita, in materiale fotovoltaico
  • scandole fotovoltaiche: curve o piatte, queste tegole hanno il pregio di essere le più versatili, grazie al loro rivestimento di film fotovoltaico
  • termiche: sono utilizzate per ottenere acqua calda (anche sanitaria) per l’abitazione; sono collegate a un collettore di rame e un sistema di tubature sottovuoto.

Cosa ci attende nei prossimi anni in ambito fotovoltaico

Anno dopo anno l’industria solare in Europa conferma la sua crescita.

Già a partire dal 2021, l’Europa ha raggiunto un nuovo record: 25,9 GW di nuova capacità fotovoltaica connessa alla rete. 

Questa cifra mostra un aumento del 34% rispetto al 2020 e rende il 2021 l’anno migliore della storia solare dell’Unione Europea.

Ma le previsioni sostengono una crescita ancora più incisiva del settore del fotovoltaico, ipotizzando addirittura un raddoppiamento dei livelli attuali in soli 4 anni (quindi, nel 2025). 

Dove ricevere informazioni sulle tegole fotovoltaiche

A fronte degli innumerevoli vantaggi di cui si è detto, esistono anche degli aspetti da valutare attentamente.

Il primo è come detto il costo, tutt’altro che trascurabile.

In secondo luogo, la resa in termini energetici: sono necessarie molte tegole per riuscire ad eguagliare il rendimento di un solo pannello fotovoltaico.

Questo per una serie di motivi:

  • la difficoltà di ventilazione dei materiali, che provoca l’aumento della temperatura della cella, con conseguente riduzione del rendimento e perdita di efficienza
  • un riscaldamento non omogeneo, intermittente
  • la miniaturizzazione può causare guasti alle connessioni delle celle, con conseguenti perdite energetiche
  • gli ombreggiamenti causati da antenne, camini, alberi
  • l’elevato numero di connessioni
  • l’inclinazione del tetto: a differenza dei pannelli fotovoltaici, non è possibile orientarle a seconda del miglior irraggiamento.

Proprio per questo ci viene in aiuto Quotalo.

La piattaforma leader in Italia, che grazie ad un meccanismo molto semplice permette di avere la risposta migliore alle proprie esigenze.

Una singola richiesta, e si verrà a contatto con realtà specifiche in questo settore in grado di informare e consigliare sul sistema fotovoltaico più giusto da installare…